Le armi di Bedulita contro i ladri: Whatsapp e sentinelle del territorio

Le armi di Bedulita contro i ladri:
Whatsapp e sentinelle del territorio

«Le prime sentinelle del paese sono i cittadini, le persone che vi abitano e vivono». Sono parole del vicesindaco di Bedulita Stefano Mazzoleni.

Le ha pronunciate durante l’assemblea pubblica che si è svolta a Bedulita sul problema sicurezza e fenomeni furti nei comuni di Strozza, Capizzone, Bedulita, Costa valle Imagna e paesi vallari. «È nostro dovere vigilare, in collaborazione con le forze dell’ordine,attraverso iniziative pratiche di controllo dei nostri territori».

Su questa linea, si è già concretizzata una prima valida iniziativa: si è costituito su Whatsapp il gruppo «Bedulita furti segnala» con tanto di logo. In due giorni sono già una cinquantina le persone di questi paesi, ma anche di altri Comuni vallari, che si scambiano opinioni e nello stesso tempo forniscono segnalazioni che possono risultare utili.

Tra l’altro proprio attraverso whatsapp si è saputo che nella serata di venerdì sono state «visitate» ancora tre abitazioni a Bedulita: i ladri sono andati a segno rubando denaro e gioelli. Un’altra iniziativa in progetto è quella di creare «gli osservatori del territorio» volontari che armati di solo telefonino avranno il compito di camminare nelle vie, nelle vie, piazze e nei borghi dei paesi per guardare controllare e se qualcosa non va, allertare le forze dell’ordine.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 22/12/2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA