Giovedì 08 Maggio 2008

Le ciliege? Si acquistano direttamente dal contadino

In campagna a raccogliere ciliege. Lo potranno fare i bergamaschi a partire dalla metà di maggio. La spesa fatta con le proprie mani, infatti, raccogliendo direttamente frutta e ortaggi nelle aziende agricole e pagando poi il conto all’agricoltore sta diventando un fenomeno diffuso anche sul nostro territorio. Sono infatti numerose le aziende agricole orobiche che apriranno i loro cancelli al pubblico a partire dal fine settimana del 23 maggio e tutti i pomeriggi del weekend fino a luglio. Capostipite dell’iniziativa è l’azienda agricola «Il Frutteto» di Bolgare che conta oltre 700 alberi di ciliegio. «Sono partito con questa iniziativa nel 1996 - spiega il titolare Romano Micheletti - e dal 2003 si sono aggiunti altri agricoltori. La nostra iniziativa si basa su due principi: una molteplicità di varietà del frutto che maturano in fasi diverse al fine di garantire la vendita al pubblico fino alla fine di luglio». L’attività è molto semplice e per un giorno ogni bergamasco può vestire i panni dell’agricoltore, raccogliendo direttamente dall’albero le ciliege che poi pagherà all’agricoltore «con un prezzo ridotto anche del 60 per cento rispetto a quello del negozio». Tra le aziende agricole attrezzate per il fai da te ci sono nella Bergamasca anche l’Azienda agricola di Angelo Tomasoni, a Bolgare, «e da quest’anno - continua Micheletti - parteciperanno all’attività l’Azienda agricola Pietro Rocchetti, in Maresana, quella di Massimiliano Breda a Martinengo e, dal prossimo anno, vedrà la luce una nuova collaborazione in località San Fermo». Con la possibilità di aprire la collaborazione con altre realtà: «Se ci fossero richieste di aiuto tecnico da parte di agricoltori desiderosi di intraprendere la frutticoltura – conclude Micheletti – siamo a disposizione con l’esperienza acquisita durante questi anni per coltivazioni di pesche, albicocche, susine, pere, mele, oltre che per le ciliegie naturalmente».Per informazioni è possibile contattare le aziende aderenti al progetto oppure «Il Frutteto», al numero 338/2207801. Con il plauso della Coldiretti: «Il sistema di raccolta e acquisto di frutta e verdura self service - spiega associazione dei coltivatori - garantisce ai consumatori prodotti a prezzi convenienti e secondo varietà, qualità e calibro che rispondono alle esigenze domestiche con il limite, che è in realtà un pregio, della scelta strettamente legata alla stagionalità e ai tempi di maturazione dei prodotti».(23/05/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata