Mercoledì 11 Gennaio 2012

Lettera dei sindaci della Bassa:
controlli anche per il cloroformio

Se l'Asl rassicura la popolazione della Bassa («Mai trovate tracce di nichel nell'acqua a Treviglio e Verdellino), i sindaci, riunitisi martedì 10 gennaio ad Arcene, rilanciano le loro preoccupazioni in una lettera in cui si parla anche di cloroformio.

I sindaci di Arcene e Verdellino, gli assessori all'Ambiente di Castel Rozzone e Ciserano e il vice sindaco di Treviglio hanno scritto una lettera indirizzata a Regione, Provincia, Asl e Arpa in cui, alla luce delle recenti notizie allarmanti sul nichel (valore limite superato più di cento volte rilevato dall'Arpa in una falda a Verdellino), auspicano tempi brevi per approfondire e monitorare la presenza del metallo senza perdere lo steesso tempo perso a suo tempo per il capitolo cromo.

In più, i sindaci evidenziano la loro preoccupazioni anche per la presenza di cloroformio, rilevato sempre negli ultimi controlli, auspicano che si possano estendere le barriere di sbarramento (attualmente sono due a Ciserano) e, quanto al cromo, invitano la Cromoplastica e la Nuova Ibg, le due ditte focolaio dell'inquinamento a Verdellino, di indicare esattamente il perimetro del plume, ovvero dove sia finito con precisione il cromo.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata