Mercoledì 29 Gennaio 2014

Liquidi da portare in aeroporto

Nuovo sistema dal 31 gennaio

Liquidi in aeroporto
(Foto by Yuri Foto)

A decorrere dal 31 gennaio entra in vigore il nuovo Regolamento dell’Unione Europea 246/2013 relativo al controllo (screening) dei liquidi, contraddistinti dalla sigla LAGs (liquidi, aerosol e gel),applicato in tutti gli aeroporti comunitari e in quelli di Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera.

In base alle nuove disposizioni, si dovranno sottoporre a screening mediante apparati LEDS (Liquid Esplosive Detection System) i LAGs da utilizzare durante il viaggio a fini medici o per un regime dietetico speciale, ivi compresi gli alimenti per neonati quando sia presente a bordo il passeggero infant.

Inoltre si potranno trasportare i LAGs acquistati in un aeroporto o a bordo di un aeromobile, sia UE che extra-UE, e sigillati in una busta STEB ((busta di alta sicurezza per il trasporto con il bagaglio a mano), in grado di evidenziare eventuali manomissioni, e che conservi all’interno una prova soddisfacente (scontrino fiscale o fattura) che l’acquisto è avvenuto in aeroporto o a bordo di un aeromobile.

I passeggeri interessati a trasportare i suddetti liquidi, per agevolare le operazioni di controllo, dovranno osservare le indicazioni fornite in aeroporto mediante apposita cartellonistica, ovvero seguire le istruzioni fornite dagli addetti ai controlli.

I liquidi non rientranti nelle categorie sopra menzionate potranno continuare ad essere trasportati in singoli contenitori non superiori a 100 ml. Gli stessi, come avviene attualmente, dovranno essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacità non superiore a 1 litro. Tale sacchetto, completamente chiuso, dovrà essere presentato ai controlli separatamente dal resto del bagaglio a mano.

© riproduzione riservata