L’Itinerario sull’Islam fa il tutto esaurito In moschea con la rassegna«Molte fedi»

L’Itinerario sull’Islam fa il tutto esaurito
In moschea con la rassegna«Molte fedi»

Di Islam oggi si parla troppo e male. Il rimbalzo di alcune notizie sconcerta l’opinione pubblica. In realtà questa religione millenaria è portatrice di una cultura, una fede, una spiritualità straordinarie.

Ecco che «Molte fedi sotto lo stesso cielo», la rassegna culturale delle Acli provinciali di Bergamo, quest’anno ha voluto organizzare una serie di approfondimenti chiamati Itinerari. E quello sull’Islam ha registrato il tutto esaurito, praticamente poco dopo l’apertura delle iscrizioni (a pagamento). È questa forse una risposta ai fatti di Parigi, la voglia di molti bergamaschi di conoscere per stare insieme.

Il programma di «Chiedimi cos’è l’Islam» prevede tre appuntamenti per affacciarci su un mondo così complesso ed affascinante. Un percorso con Abdallah Kabakebbji, già Presidente dei Giovani Musulmani d’Italia che si terrà presso l’Aula Magna dell’oratorio della Malpensata, in via Ozanam 10 in città e che ha fatto il tutto esaurito.

IL PROGRAMMA
Lunedì 19 gennaio, ore 21
Maometto, il profeta di Allah
Lunedì 26 gennaio, ore 21
I cinque pilastri dell’Islam
Martedì 3 febbraio, ore 21
Il Corano. Il Libro sacro della civiltà islamica
(Incontro - in data da definire - con la comunità islamica bergamasca e visita al centro culturale islamico di via Cenisio).

GLI ITINERARI
Da gennaio a marzo 2015
Gli Itinerari di Molte fedi sotto lo stesso cielo, realizzati grazie al sostegno della Fondazione del Credito bergamasco, propongono momenti di approfondimento e conversazioni con esperti in modalità laboratoriale. È una novità assoluta per la rassegna delle Acli provinciali di Bergamo, un’ulteriore iniziativa che la rende ancora più completa e approfondita.

Ecco i titoli degli Itinerari:
Chagall, l’ebreo sospeso tra cielo e terra. Con Sem Galimberti (gennaio 2015)
Chiedimi cos’è l’Islam. Con Abdallah Kabakebbji (gennaio 2015)
L’icona. La bellezza che salva. Con Giovanna Parravicini e Emiliano Tironi (febbraio 2015)
Johann Sebastian Bach e la Riforma. Con Sergio Rovetta (febbraio 2015)
Arte di resistenza umana. Con Maria Elena Nardari (febbraio 2015)
Il Romanico. La Bibbia narrata dalle pietre. Con Rosella Ferrari (marzo 2015)
Percorsi narrativi all’interno della città d’arte. Con Maria Grazia Panigada (marzo 2015)

È possibile prenotarsi sul sito internet della rassegna www.moltefedisottolostessocielo.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA