Lovere, apprensione in paese Scomparsa la custode della Tadini

Lovere, apprensione in paese
Scomparsa la custode della Tadini

Sono ore di grande apprensione per la comunità di Lovere: da martedì mattina non si hanno più notizia di Maria Luisa Longobardo, la custode dell’Accademia Tadini, 60 anni di età, uscita attorno alle 11 e più tornata a casa.

Mercoledì, passate le 24 ore, il marito, i familiari e gli amici hanno denunciato la scomparsa della donna e si sono mobilitati per ritrovarla: hanno appeso in paese i cartelli con la sua fotografia e chiedono, a chiunque la incontrasse, di segnalare la sua posizione o di invitarla a farsi sentire dai suoi familiari.

Maria Luisa Longobardo

Maria Luisa Longobardo

Maria Luisa Longobardo è stata vista ieri mattina prima di mezzogiorno in centro storico a Lovere e poi nella zona del santuario delle sante Bartolomea Capitanio e Vincenza Gerosa. Da lì, dicono alcuni testimoni, si è incamminata verso il convento dei frati cappuccini, facendo poi perdere le proprie tracce.

Quando è uscita di casa, indossava un paio di leggins e un maglione a trecce color nocciola, un paio di scarpe ballerine e aveva con sé una borsa grigia a tracolla. Non ha portato il cellulare, che ha lasciato nell’appartamento in cui vive al piano terra dell’accademia Tadini, e non ha più fatto sapere nulla di sé. Chiunque la incontrasse è pregato di telefonare al numero 035/962780.


© RIPRODUZIONE RISERVATA