Giovedì 13 Aprile 2006

L’assessore regionale alla Sanità in visita al cantiere del nuovo ospedale «Giovanni XXIII»

Dopo dieci mesi dalla posa della prima pietra, l’assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Alessandro Cè, si è recato in visita ai cantieri del nuovo ospedale, in costruzione in località Trucca.Situato su un’area di 329.000 metri quadri nella parte sud-ovest del territorio comunale ai piedi dei Colli, il nuovo nosocomio intitolato a Papa Giovanni XXIII verrà completato entro il 2008, quando prenderà il posto degli attuali «Ospedali Riuniti» della città orobica.L’opera - dal costo di 340 milioni di euro, 214 dei quali garantiti da Stato e Regione - è uno dei frutti dell’Accordo di Programma Quadro in materia di Sanità sottoscritto nel 1999 tra il Governo e la Lombardia, nei quali rientrano anche il nuovo monoblocco chirurgico dell’ospedale bresciano di Chiari da poco inaugurato, il nuovo Ospedale S. Anna di Como e la riqualificazione dei Niguarda di Milano. Soddisfatto della visita l’assessore Cè, soprattutto per il rispetto e la puntualità dei tempi di costruzione e di consegna previsti dal contratto, per la rapidità con la quale stanno procedendo i lavori e per le misure di sicurezza approntate in cantiere.«Stiamo assistendo alla nascita di un’opera che sarà fondamentale per tutto il territorio bergamasco - ha dichiarato Cè - e che servirà un ampio bacino di utenti con strutture sanitarie e tecnologie mediche all’avanguardia, con un’ampia flessibilità e specializzazione al servizio dei cittadini». Il nuovo ospedale sarà costituito da sette torri di degenza a 5 piani per complessivi 1200 posti letto, e da una piastra centrale, con il reparto di Terapia Intensiva, le sale operatorie, il Pronto Soccorso e la Radiodiagnostica.(13/04/2006)

g.francinetti

© riproduzione riservata