L’ultima frontiera dei narcotrafficanti Bambini in viaggio soli come corrieri

L’ultima frontiera dei narcotrafficanti
Bambini in viaggio soli come corrieri

A Malpensa scoperti oltre 2 chili di stupefacenti nei bagagli di un’undicenne peruviana che viaggiava senza la famiglia.

I militari della Guardia di Finanza di Malpensa, nell’ambito dell’attività di contrasto ai traffici di sostanze stupefacenti, si trovano spesso di fronte alle situazioni più disparate, ma quella accaduta nei giorni scorsi è stata sicuramente una delle più terribili dal punto di vista umano. Le Fiamme Gialle hanno notato un’insolita presenza a bordo del volo proveniente da Lima (Perù) con scalo a Madrid (Spagna): si trattava di una bambina di appena 11 anni che viaggiava da sola.

La sua giovane età e il fatto che viaggiasse senza alcun familiare in una tratta aerea così lunga hanno fatto scattare un campanello d’allarme nei militari che, di concerto con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane, hanno deciso di procedere ad accurato controllo dei due bagagli stivati, recuperati direttamente dal nastro trasportatore per non turbare in alcun modo la minore, e dello zaino utilizzato dalla piccola coma bagaglio a mano. I sospetti si sono rivelati fondati: dentro i bagagli c’erano 12 oggetti di artigianato locale peruviano (4 monili in legno, 7 quadri in stoffa con raffigurazioni sacre ed una madonnina in ceramica), tutti contenenti una sostanza di colore bianco presumibilmente riconducibile a sostanza stupefacente di tipo cocaina per un peso complessivo di poco più di due chili. La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e, su specifiche disposizioni impartite dal Pm. del Tribunale dei Minori di Milano, Maria Saracino, una volta verificato che la madre che attendeva la bambina fuori la sala Arrivi non avesse carichi penali pendenti con la Giustizia italiana, si è deciso di affidarle la minore e mettere così fine alla triste storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA