Maltempo, viadotti chiusi e sgomberi a Ponte Nossa, Clusone e Villa d’Ogna

Maltempo, viadotti chiusi e sgomberi
a Ponte Nossa, Clusone e Villa d’Ogna

Le abbondanti precipitazioni hanno gonfiato il Serio tanto che mercoledì 5 novembre il sindaco Stefano Mazzoleni ha sottoscritto un’ordinanza per la chiusura del ponte De Angeli a Ponte Nossa.

Dalle 22,30, orario in cui è scattato il provvedimento, il traffico veicolare è stato interdetto sino all’emissione di una nuova ordinanza di annullamento. Le due sponde sono rimaste in questo modo collegate solo dal ponte di San Bernardino, antico passaggio recentemente rinforzato da un intervento di consolidamento.

Quest’oggi, in base all’andamento meteorologico si stabiliranno eventuali aperture. Già alle 5,30 si potrebbe decidere di consentire il passaggio dei turnisti che alle 6 iniziano o terminano il lavoro. I monitoraggi da parte degli uomini della Protezione Civile di Clusone sono iniziati già nella prima mattinata di ieri, quando intorno alle 10 l’acqua è arrivata a poco meno di due metri dalla volta della struttura.

Nel pomeriggio, con il crescere del livello si è intensificata anche l’attività di controllo e l’amministrazione comunale ha preso la decisione di chiudere avvisando contemporaneamente i lavoratori degli insediamenti produttivi e gli abitanti della zona. In serata si è provveduto anche a illuminare il ponte. Il fiume intorno alle 20,30 è arrivato quasi a lambire la volta. Il monitoraggio notturno è stato garantito dagli uomini dall’antincendio boschivo di Ponte Nossa.

A Clusone il sindaco Paolo Olini ha emesso un’ordinanza di sgombero che interessa quattro persone residenti in una casa di via Tasso dove intorno alle 14 le piogge hanno causato il crollo di parte della copertura finita rovinosamente nel giardino interno.

Edificio pericolante in via Tasso a Clusone

Edificio pericolante in via Tasso a Clusone
(Foto by Giuliano Fronzi)

A Villa d’Ogna in località Sant’Alberto il Serio ha occupato alcuni campi in genere adibiti a pascolo. Sempre a Sant’Alberto è stato chiuso il «Ponte che balla». Chiuso anche il collegamento pedonale che da questa località porta alla Biciocca. Interdetto il passaggio anche lungo la pista ciclo pedonale che costeggia il fiume sotto l’abitato di Villa d’Ogna.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 6 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA