Domenica 17 Agosto 2014

Medici di base, è allarme

Rischio di un esodo di massa

Un medico di base con uno stetoscopio in una foto d'archivio

Le prospettive sono da esodo di massa: per la Bergamasca tra 8-10 anni si ipotizza un pensionamento quasi «collettivo» per gli oltre 700 medici di medicina generale. Secondo i calcoli, infatti, almeno l’80% dei medici di famiglia smetterà di lavorare e il ricambio non è assicurato al 100%.

«Il fatto è che la gran parte dei medici attualmente in servizio ha più o meno la stessa età, sopra i 55 anni, e tenendo conto del fatto che un medico può andare in pensione tra i 62 e i 70 anni, i conti sono presto fatti – spiega Guido Marinoni, segretario provinciale Fimmg, Federazione italiana medici di medicina generale – . Ma le scuole di formazione non garantiscono un numero adeguato di nuovi medici. Dovrebbe essere allargato l’accesso a queste scuole, che sono di organizzazione regionale. I numeri d’ingresso sono tarati su una realtà che non è più quella attuale».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 17 agosto

© riproduzione riservata