Domenica 31 Gennaio 2010

Meteo, febbraio apre col freddo
Mercoledì migliora, ma per poco

Si preannuncia un'altra settimana fredda. L'inizio del mese sarà al gelo su tutta la Penisola, investita da tese correnti nord occidentali pilotate dalla vasta area depressionaria a cuore gelido sul nord Europa. Una residua instabilità penalizzerà ancora il Centrosud, con qualche rovescio nevoso anche a quote di bassa collina; bel tempo prevalente ma freddo pungente al Centronord con gelate diffuse.

Da mercoledì è attesa una rotazione delle correnti, unitamente ad un rialzo della pressione che, oltre a favorire un fase stabile su gran parte del Paese, determinerà anche un certo addolcimento termico. Tuttavia la spinta di una saccatura atlantica verso la Francia potrebbe favorire la formazione di un'attiva depressione sul Ligure entro venerdì. In questo frangente il tempo subirà un nuovo peggioramento con piogge e rovesci un po' su tutta la Penisola, anche intensi sulle tirreniche, e con neve inizialmente a quote basse al Nord ma in rapido rialzo per venti sciroccali.

Febbraio esordirà quindi con la presenza di un vasto ponte anticiclonico che si estenderà dalla Penisola Scandinava al vicino Atlantico. Una tendenza che favorirà l'ingresso d'aria molto fredda dai quadranti nord orientali sull'Italia rinnovando instabilità (specie al Centrosud) e mantenendo le temperature ben al di sotto della media stagionale. Due gli episodi che vedranno coinvolta l'Italia: il primo il 4-6 febbraio, quando una circolazione in allontanamento verso l'Egeo rinnoverà residui fenomeni al centro sud, nevosi fino a quote molto basse.

Il secondo tra il 10 e il 12, quando l'affondo di una goccia fredda in sede franco iberica richiamerà correnti più umide e miti dal Mediterraneo. Queste ultime favoriranno nel contempo un lieve rialzo termico, che si farà maggiormente sentire sulle regioni meridionali. A seguire la rotazione delle correnti da Nord Est dovrebbe coincidere con un nuovo abbassamento delle temperature, ma molto più contenuto rispetto alle prospettive dei giorni scorsi.

r.clemente

© riproduzione riservata