Metti un viaggio da Verdello a Milano Un lettore: «In treno una sfida quotidiana»

Metti un viaggio da Verdello a Milano
Un lettore: «In treno una sfida quotidiana»

Tram affollato, calca sulle pensiline? C’è anche chi parla di treni in questa giornata di pioggia e malumori. Ma non c’entra il meteo, quello che scrive questo lettore è, come dire, la regola.

«Vi consiglio di fare un giro sul treno regionale 10802 Bergamo-Milano Porta Garibaldi delle 7.16, salendo non alla stazione di Bergamo ma (se riuscite) a quella di Verdello-Dalmine» scrive un ragazzo bergamasco.

«È da oltre un mese che il treno arriva a Verdello-Dalmine già pieno, spesso con gente già in piedi nei compartimenti o agli ingressi delle carrozze. I passeggeri di Verdello (ad occhio 150-200 persone) fanno fatica a salire e, ovviamente, viaggiano in piedi: cosa non troppo sicura oltre che sconfortevole».

«Ho già scritto diversi reclami a Trenord, ma vi risparmio le repliche che mi sono state date (l’ultima diceva, in sostanza, pur con tono garbato, di “non rompere più i cocomeri”, che tanto non mi avrebbero più risposto)». E i treni sono sempre più dei carri merce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA