Mercoledì 08 Luglio 2009

Mobilità, Palafrizzoni cambia
Scompariranno dossi e zone 30

Via due piste ciclabili di quelle «chiacchierate», via un pezzetto di zona 30 considerata pericolosa, via alcuni dossi. Cambia l’amministrazione, cambia l’approccio in fatto di mobilità e già oggi con la prima Giunta si discuteranno alcuni interventi. «Piccoli, ma significativi», li definisce il neoassessore titolare Gianfranco Ceci, cui competono anche le infrastrutture.

Ecco gli elementi che non hanno superato il test del cambio della guardia a Palafrizzoni: il primo è la zona 30 di Longuelo. Molto discussa, progettata insieme ai residenti dal centrosinistra ma da subito oggetto di numerose critiche. Saranno eliminati gli ostacoli sulla via Longuelo, tratto di maggiore scorrimento. Ci sono due chicane in quel tratto, esterno rispetto al quartiere, che risultano più pericolose che altro.

Nel mirino anche due tratti di pista ciclabile: quello su viale Papa Giovanni XXIII e quello su viale Giulio Cesare: i due collegamenti saranno eliminati. Nei programmi dell’assessore, c’è invece un secondo passaggio: verificare la praticabilità della richiesta che ci è stata fatta, ossia di istituire al posto della pista parcheggi a rotazione veloce.

Infine, via i dossi in via Campagnola.

Per saperne di più leggi L'Eco in edicola oggi

a.ceresoli

© riproduzione riservata