Mozzanica piange il suo medico «Un uomo gentile e disponibile»

Mozzanica piange il suo medico
«Un uomo gentile e disponibile»

Alessandro Filippi stava facendo ritorno a casa dal suo ambulatorio, ma nella serata di giovedì 23 ottobre con la sua moto si è schiantato contro un auto all’incrocio tra la Rivoltana e la statale 11. Lascia la moglie e due figli.

Cinquantasette anni, medico di base, esercitava a Mozzanica (dove viveva) e a Fornovo San Giovanni. Molto conosciuto per la sua attività e per la sua disponibilità: «Era un medico, oltre che molto competente, gentile e disponibile – ha raccontato una delle persone accorse sul luogo dell’incidente–. Ricordo ancora quando, durante la malattia di mia moglie, tutte le sere passava a casa nostra a trovarla e a incoraggiarla. Per tutti noi la sua morte è una grave perdita».

Il luogo dell’incidente

Il luogo dell’incidente
(Foto by Luca Cesni)

L’incidente mortale si è verificato intorno alle 19 di giovedì 23 ottobre. Filippi stava facendo ritorno dal suo ambulatorio a Fornovo: stava viaggiando in sella alla sua Custom Yamaha Virago sulla ex statale 11 quando, arrivato all’altezza dell’incrocio con la provinciale Rivoltana, si è trovato di fronte una Renault Megane che si stava immettendo in strada. Il medico ha probabilmente tentato una frenata che gli ha fatto perdere il controllo della moto, finita contro la fiancata dell’auto. Filippi è strisciato sull’asfalto finendo poi per incastrarsi con il busto e la testa sotto il motore.

I rilievi dopo lo schianto

I rilievi dopo lo schianto
(Foto by Luca Cesni)

L’incrocio dove è avvenuto l’incidente è considerato molto pericoloso dagli abitanti della zona: la Provincia ha già realizzato una rotonda per la messa in sicurezza dell’incrocio, è già visibile ma non ancora collegata all’attuale viabilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA