Nasce a Bergamo «Giovane Italia»
Azzurri e An fondono gli under 35

Nasce a Bergamo «Giovane Italia» Azzurri e An fondono gli under 35

Sabato nasce a Bergamo (tra i primi in Lombardia) il movimento giovanile del Pdl, che si chiama «Giovane Italia», nome nato da un sondaggio nazionale che ha avuto il 78% delle preferenze. Alle 11 nell’ex sede di An, in città, verranno presentati il presidente provinciale Daniele Zucchinali, 28 anni, di Bergamo, presidente uscente di Azione giovani, e il coordinatore provinciale Stefano Benigni, già di Forza Italia giovani.

Anche per gli under 35, quindi, è il momento della fusione. Che, a differenza di altre province, in Bergamasca dicono cosa facile. «La collaborazione tra i giovani di An e i giovani di Forza Italia nella nostra provincia è già in corso da tempo», sostengono i rappresentanti dei due vecchi partiti. E proprio a questo feeling particolare riconducono il successo dell’ultima tornata elettorale. «Circa il 20% degli eletti nelle liste del Pdl ha meno di 35 anni. Anzi, paradossalmente la fascia d’età più rappresentata è quella dai 25 anni in giù».

A Palafrizzoni spiccano gli assessori Danilo Minuti e Tommaso D’Aloia; in Provincia il vicecapogruppo consiliare del Pdl Alessandro Sorte. Difficile per ora dare il numero degli iscritti al movimento giovanile, ma da quando «Giovane Italia» è nata ufficialmente a livello nazionale, Bergamo si è subito mobilitata: sono stati creati due gruppi su Facebook che hanno raggiunto più di 2 mila adesioni e sabato sarà online il nuovo sito www.giovaneitalia.bg.it .

Stefano Benigni: «L'obiettivo è di creare un bel gruppo affiatato e di mettere in rete tante idee»

© RIPRODUZIONE RISERVATA