Numeri, prove e punteggi Esami 2015: le cose da sapere

Numeri, prove e punteggi
Esami 2015: le cose da sapere

Sono 7.765 i candidati nelle scuole bergamasche (nel 2014 erano 8.010)
Nelle scuole statali 6.867 (7.074 nel 2014): 6.638 interni (6.812 nel 2014) e 229 esterni (262 nel 2014). Nelle scuole paritarie 898 (936 nel 2014): 781 interni (827 nel 2014) e 117 esterni (109 nel 2014).

Quest’anno per la prima volta debutta il Liceo musicale alla maturità: sono coinvolte una classe del Liceo «Secco Suardo» di Bergamo e una classe del Liceo Collegio Vescovile Sant’Alessandro di Bergamo. All’Ufficio Scolastico è stato inoltre segnalato un candidato di una scuola statale (l’Istituto «Vittorio Emanuele II» di Bergamo) ammesso per merito: la normativa prevede che sono ammessi all’esame con abbreviazione di un anno gli studenti che senza essere incorsi in ripetenze abbiano riportato non meno di 8/10 in ciascuna disciplina (e nel comportamento) nello scrutinio finale del quarto anno e una votazione non inferiore a 7/10 in ciascuna disciplina (e non inferiore a 8/10 nel comportamento) negli scrutini finali dei due anni antecedenti il penultimo.

AMMISSIONE
Bisogna conseguire una votazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina, compreso il voto sul comportamento.

LE PROVE
Mercoledì 17 giugno 2015 ore 8.30: prima prova scritta di italiano (elaborata dal ministero).

Quattro tipologie: analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale, tema storico, tema di attualità.

Giovedì 18 giugno 2015 ore 8.30: seconda prova scritta, specifica per ogni indirizzo (elaborata dal ministero).

Lunedì 22 giugno 2015 ore 8.30: terza prova scritta elaborata dalla singola commissione.

Martedì 23 giugno 2015 ore 8.30: quarta prova scritta per gli studenti del Liceo Linguistico “Giovanni Falcone” di Bergamo che seguono il progetto ESABAC: dà diritto a un diploma binazionale valido in Italia e in Francia.

Colloquio multidisciplinare: alla fine della correzione delle prove scritte.

LE CLASSI-COMMISSIONI

Sono 353 le classi-commissioni nelle scuole bergamasche (nel 2014 erano 371).

Nelle scuole statali 309 (326 nel 2014). Nelle scuole paritarie 44 (45 nel 2014).

Per ogni classe – commissione il presidente esterno e 6 commissari di cui 3 esterni e 3 interni.

Un presidente per ogni due classi – commissioni.

Presidente e commissari esterni comuni per ogni due classi – commissioni.

I PRESIDENTI

I presidenti sono 177 (186 nel 2014): uno per ogni due classi–commissioni; in un caso è stato assegnato un presidente per una sola classe-commissione.

PUNTEGGIO MINIMO PER SUPERARE L’ESAME

60 punti su 100

PUNTEGGIO MASSIMO

100 punti il punteggio massimo complessivo:

45 punti per le tre prove scritte (a ciascuno degli scritti giudicato sufficiente non meno di 10 punti)

30 punti per il colloquio (per la sufficienza non meno di 20 punti)

25 punti per il credito scolastico accumulato negli ultimi tre anni

Entro i 100 punti totali la commissione dispone fino ad un massimo di 5 punti di bonus da attribuire solo se il candidato ha un credito scolastico di almeno 15 punti e un risultato complessivo delle prove d’esame pari almeno a 70 punti. E’ ammessa l’attribuzione della lode per il candidato che raggiunge i cento punti senza aver usufruito dei 5 punti e a condizione che abbia riportato negli scrutini finali relativi alla terzultima, penultima e all’ultima classe solo voti uguali o superiori a otto decimi, compresa la valutazione del comportamento.

L’ESAME DI TERZA MEDIA 2015

I CANDIDATI
Sono 11.466 gli studenti di terza delle scuole secondarie di primo grado bergamasche in 512 classi: 10.194 nelle statali in 461 classi e 1.272 nelle paritarie in 51 classi.

AMMISSIONE
L’ammissione agli esami di terza media compete al Consiglio di classe con giudizio di idoneità (espresso in decimi) per gli alunni che hanno ottenuto, con decisione assunta a maggioranza dal consiglio di classe, un voto non inferiore a sei decimi in ogni disciplina, voto sul comportamento compreso. L’eventuale non ammissione è deliberata a maggioranza.

IL CALENDARIO
Gli esami iniziano dopo gli scrutini finali. Le date delle prove sono decise dalle singole scuole, eccetto la prova scritta nazionale, uguale per tutti, che si svolge in tutta Italia venerdì 19 giugno 2015 dalle 8.30. Il colloquio pluridisciplinare di regola è la prova conclusiva e verte sulle materie dell’ultimo anno. Le altre prove scritte di regola si tengono prima del test nazionale del 19 giugno. I testi delle prove scritte non nazionali sono appositamente predisposti dalle singole commissioni giudicatrici, composte dagli stessi docenti interni, con la sola eccezione del presidente esterno.

LA PROVA SCRITTA NAZIONALE
Venerdì 19 giugno 2015 dalle 8.30 in tutta Italia si svolgerà la prova scritta nazionale prevista, per l’ottavo anno consecutivo, a conclusione del primo ciclo d’istruzione e che intende verificare i livelli generali e specifici di apprendimento per l’italiano e la matematica. La prova scritta nazionale è uguale per tutti e viene curata dall’Invalsi, l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione, che fornisce anche le griglie per la correzione.

LA VALUTAZIONE FINALE
La valutazione finale dell’esame viene espressa con voto in decimi. Conseguono il diploma di licenza conclusiva del primo ciclo di istruzione gli studenti che ottengono una valutazione complessiva non inferiore a sei decimi. La commissione può assegnare la lode (all’unanimità) ai candidati che ottengono il voto di 10/decimi. Al voto complessivo espresso in decimi si accompagna una certificazione analitica dei traguardi di competenza e del livello globale di maturazione raggiunti dall’alunno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA