Oggi election day in nove Comuni Si può votare fino a stasera alle 23

Oggi election day in nove Comuni
Si può votare fino a stasera alle 23

I candidati ci sono, e gli elettori? Solo dopo le 23 di domenica 31 maggio (quando chiuderanno i 36 seggi allestiti sul territorio, aperti dalle 7 di stamattina) le schede parleranno e diranno se ci saranno i voti, e quindi i nuovi sindaci e consiglieri comunali attesi nei nove Comuni bergamaschi coinvolti da questa mini-tornata elettorale.

Il meteo (dato non proprio come bello) potrebbe venire in aiuto, dirottando i 30 mila aventi diritto dalla gita fuori porta del ponte festivo alle urne. In alcuni casi il vero sfidante, infatti, è il quorum (cioè il numero di partecipanti necessario affinché una votazione sia valida). A Fuipiano e Locatello si viene già da un commissariamento prefettizio, per il mancato raggiungimento dell’asticella.

Il panorama è comunque completo. Particolarmente frammentato a Clusone, il Comune più grande al voto con 7.431 elettori, il quadro delle liste (ben 4), con divisioni sia nel centrosinistra (in sfida la «renziana» Laura Poletti e il veterano dem Francesco Moioli) sia nel centrodestra dove il sindaco uscente Paolo Olini è sopravvissuto ai terremoti nella Lega, e si trova come rivale Massimo Morstabilini, uno degli «indignados» fuoriusciti dalla maggioranza.

La preparazione dei seggi a Clusone, il comune più grande in ballo

La preparazione dei seggi a Clusone, il comune più grande in ballo
(Foto by Giuliano Fronzi)

La preparazione dei seggi a Clusone, il comune più grande in ballo

La preparazione dei seggi a Clusone, il comune più grande in ballo
(Foto by Giuliano Fronzi)

Sono in tutto 21 le sigle in lizza (soprattutto formazioni civiche, anche se non mancano i simboli di Lega e Forza Italia), per 237 aspiranti consiglieri comunali, che vedranno comunque ridotti i posti disponibili (nelle Giunte e nei Consigli comunali) per effetto della spending review che taglia le poltrone.

L’election day - il voto è concentrato in una sola giornata - si concluderà alle 23 di domenica sera, e subito dopo partirà la conta delle schede. La macchina è già oliata, con il materiale elettorale consegnato alle sezioni e gli scrutinatori convocati. In nottata, quindi, arriverà il verdetto. Non solo decretando i nomi dei nuovi amministratori, ma anche sancendo, o meno, la vittoria dell’astensionismo. Bergamo si riconfermerà provincia virtuosa, ligia al suo diritto-dovere, o la disaffezione avrà messo radici anche qui?


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola domenica 31 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA