Palafrizzoni, la Ztl e il traffico «Ripariamo gli errori degli altri»

Palafrizzoni, la Ztl e il traffico
«Ripariamo gli errori degli altri»

L’assessore Zenoni sul suo blog tira le somme dell’esperienza della Ztl di questi fine settimana e tira qualche stoccata al centrodestra.

«Ricapitolando: 8 dicembre - sole x viale chiuso al traffico = folla in centro. 14 dicembre - pioggia leggera x viale chiuso al traffico = non molta gente. 21 dicembre - sole x viale aperto = folla in centro». Comincia così la riflessione di Stefano Zenoni, assessore alla mobilità sul suo blog, relativamente alla Ztl (a fisarmonica...) nei festivi. «Non sono un matematico e le avrò pure scritte male, ma mi pare che due variabili siano chiaramente correlate, ovvero il tempo meteorologico e la quantità di persone. L’altra, la chiusura, è una variabile secondaria per l’appeal del centro, o quasi».

Folla domenica 21 in centro

Folla domenica 21 in centro
(Foto by Beppe Bedolis)

«È invece molto importante per un ragionamento più ampio. Sui giornali di si legge «tutti in auto in centro» e «parcheggi esterni vuoti». Ecco, è proprio questo il tema. Ed è su questo che stiamo lavorando per rimediare a tutti gli anni in cui si è detto alle persone «venite in auto fino al Sentierone». La chiusura del viale tracciava un segno e metteva meno prosaicamente in sicurezza un passaggio pedonale che gli stessi giornali oggi sottolineano essere stato pericoloso, tanto da richiedere degli agenti addetti al controllo. Quello che abbiamo sempre detto noi, quando parlavamo di ricucire i due lati del Sentierone».

«E poi serve lavorare sull’infomobilità, sui servizi, sulle informazioni; su tutto quello che non c’è o se c’è è carente. Lo so. Lo stiamo facendo, collaborando con tutti, commercianti in primis. Ho letto che l’opposizione ha commentato la sospensione della Ztl dovuta allo sciopero della polizia locale dicendo che avremmo riparato ad un errore (e l’errore sarebbe, a detta loro, la Ztl sul viale). Gli unici errori a cui vogliamo riparare, sapendo che sarà faticoso, sono quelli fatti negli anni passati».

Ma non tutti la pensano così, e a stretto giro di social network, ecco la risposta di Gigi Parma, segretario di Rete Impresa Bergamo. Decisamente tranchant.


© RIPRODUZIONE RISERVATA