Palosco: «Tempio inagibile» Ma i sikh ricorrono al Tar

Palosco: «Tempio inagibile» Ma i sikh ricorrono al Tar

Inagibile. Il tempio di religione indiana sikh a Palosco dal 2 maggio scorso è stato dichiarato tale da un’ordinanza comunale, la seconda in sei anni. La decisione è stata presa dopo un sopralluogo dell’Asl di Trescore Balnerario effettuato nel dicembre scorso.

«Il sopralluogo Asl – spiega il sindaco di Palosco Massimo Pinetti – ha evidenziato una situazione precaria dei locali e delle condizioni igienico-sanitarie, oltre alla presenza di impianti elettrici e idraulici non a norma e all’assenza di un impianto antincendio. L’ordinanza del Comune è quindi un atto dovuto in quanto la responsabilità, se succedesse un incidente nel tempio, ricadrebbe sul primo cittadino. Visto lo stato dei locali, non mi sento di assumermi quest’onere».

Il tempio indiano sikh di Palosco, gestito dall’associazione «Gurudwara Shiri Singh Sabha», esiste dal 1997: ogni domenica mattina accoglie centinaia di indiani sikh provenienti da tutta la provincia. Il presidente dell’associazione che gestisce il tempio, Jasbir Singh, è dispiaciuto: «L’ultima cosa che vogliamo è creare disagi alla popolazione di Palosco: ora ricorreremo al Tar, ma stiamo anche pensando a sedi alternative».

(20/05/2007)

© RIPRODUZIONE RISERVATA