«Parcheggio-discarica in stazione» Zenoni: non è proprietà comunale

«Parcheggio-discarica in stazione»
Zenoni: non è proprietà comunale

«La Giunta Gori si è dimenticata del parcheggio per i pendolari accanto alla stazione? Forse è troppo concentrata sulle aiuole da 300.000 euro di Ines Lobo...».

È il commento con cui Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d’Italia, e Davide De Rosa, consigliere della Lista Tentorio, hanno accompagnato venerdì 27 marzo un’interrogazione nella quale si domanda all’Amministrazione cosa stia aspettando per realizzare un parcheggio di 800 mq già previsto in un Protocollo d’intesa siglato a Giugno del 2013, «il Comune ci deve dire cosa intende fare del Protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune nel 2013».

Il  degrado alla  stazione

Il degrado alla stazione

Il  degrado alla stazione

Il degrado alla stazione

«Mentre Gori decide sul da farsi, l’area è infatti in uno stato di totale degrado e abbandono, come testimoniato dalle foto che abbiamo allegato - proseguono Tremaglia e De Rosa -, il tutto a pochi metri dal famoso piazzale Marconi, oggi ancora un cantiere, che dovrebbe essere la vetrina della nostra città. A cosa serve spendere trecentomila euro nell’abbellire una piazza se poi da un lato c’è questo parcheggio-discarica, dall’altro le aiuole-discarica di via Bonomelli (già oggetto di un’interrogazione) e, per completare, il binario tronco-discarica anch’esso dietro la stazione? Sappiamo che non sempre il Comune ha una responsabilità diretta, ma ha comunque il dovere di insistere con i responsabili per trovare una soluzione: vogliamo sapere cosa si sta facendo per risolvere queste gravi carenze, funzionali prima ancora che estetiche».

Il  degrado alla stazione

Il degrado alla stazione

«Il parcheggio accanto la stazione, al servizio anzitutto dei pendolari - concludono Tremaglia e De Rosa - dovrebbe essere una priorità per l’Amministrazione. Una riqualificazione urbana al servizio di tutta la cittadinanza, su un’area che il Comune ha in comodato d’uso e può acquistare per 96.000 euro: una spesa ben più ridotta e che andava affrontata prima della riqualificazione estetica di piazzale Marconi. Soprattutto se si permette che le immediate vicinanze della stazione restino una discarica».

Il  degrado alla stazione

Il degrado alla stazione

«Una polemica davvero fuori luogo: i consiglieri Tremaglia e De Rosa dovrebbero scrivere a Ferrovie dello Stato». L’assessore all’urbanistica del Comune di Bergamo Stefano Zenoni commenta così l’interrogazione depositata dai consiglieri delle minoranze Davide De Rosa e Andrea Tremaglia. «L’area non è di proprietà del Comune, ma appunto di Rfi e Sistemi Urbani (stesso discorso per la massicciata della ferrovia in via Bonomelli a cui ha fatto riferimento in un’altra interrogazione il consigliere Tremaglia). Se il Comune decidesse di entrare di sua sponte per ripulire l’area (o se i consiglieri Tremaglia e De Rosa entrassero per scattare eventuali fotografie), rischierebbe una denuncia per violazione di proprietà privata».

Inoltre Zenoni rileva che non solo il Comune ha proseguito il percorso per la realizzazione del parcheggio Metropark, 3.000 metri quadrati di superficie per 130 posti auto, ma si è finalmente avviata la fase di indagine da parte della proprietà dell’area sul sottosuolo. «Entro il mese di aprile - prosegue Zenoni - sarà chiaro se sia necessario effettuare un’eventuale bonifica dell’area o se sia possibile avviare l’iter che condurrà ai lavori di realizzazione del parcheggio, in modo da avere nuovi posti auto per i pendolari il prima possibile».

Nel frattempo - si legge sempre nel comunicato di Zenoni - l’Amministrazione è al lavoro, e anche alacremente, per dare un nuovo assetto all’area di sua pertinenza, ovvero il piazzale Marconi, grazie al progetto dell’architetto portoghese Ines Lobo: un intervento che gioverà all’immagine del piazzale, non solo per i turisti e i visitatori della nostra città, ma anche per le migliaia di pendolari che vi transitano quotidianamente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA