Giovedì 01 Giugno 2006

Precipita di 15 metri d’altezza operaio senegalese in fin di vita

Gravissimo incidente sul lavoro in un’azienda di Comun Nuovo, la Fonderie Officine Pilenga. Un operaio senegalese, residente a Orio al Serio, dipendente di una ditta di Costa di Mezzate che stava lavorando al capannone delle Fonderie, per installare una passerella sul tetto - la ditta di Costa di Mezzate era incaricata di posizionare un nuovo impianto di aspirazione delle polveri - è caduto, ha sfondato il tetto in lamiera del capannone e si è schiantato al suolo dopo un volo di 15 metri. È stato trasportato in fin di vita all’ospedale di Sondalo, in provincia di Sondrio. Poche ore dopo è morto.L’incidente è avvenuto verso le 11 e le condizioni dell’operaio sono apparse subito gravissime ai primi soccorritori. L’uomo, infatti, è precipitato da grande altezza e lo schianto sul terreno è stato violentissimo. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso per trasportare il ferito a Sondalo, dove l’operaio è giunto in fin di vita e dopo poco tempo è morto. L’operaio indossava l’imbragatura di sicurezza, ma pare non fosse agganciata.(01/06/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata