Foto, cibo stellato e abito bianco
Dal 6 c’è Bergamo Sposi

Interesse in crescita da tutta la Lombardia per la kermesse dedicata al matrimonio. Dal 6 febbraio torna alla Fiera Bergamo Sposi: oltre alla ricca parte espositiva, si rinnova il corposo calendario di eventi collaterali, tra concorsi, spettacoli e sfilate.

Foto, cibo stellato e abito bianco Dal 6 c’è Bergamo Sposi

Con una novità: il percorso emozionale in tema «Matrimonio Shabby Chic», e, in omaggio a Expo 2015, la Wedding Food Party, che interpreta i valori di Expo ricreando il Giardino in Tavola.

Inoltre installazioni dedicate all’artigianalità sartoriale, all’esaltazione del «fiore», dal bouquet all’ambientazione interna con protagonista il Go White, e alla valorizzazione della «fotografia professionale», elemento fondamentale per rendere indelebile nel tempo l’emozione del si.

Il 17° appuntamento dedicato al meraviglioso pianeta del matrimonio sarà di scena dino a domenica 8 febbraio, forte di una storia che l’ha consolidata tra gli appuntamenti di riferimento per il settore che va ben oltre i confini orobici, conquistando in particolare molti estimatori delle province di Brescia, Cremona, Lecco, Milano, Monza Brianza.

Ideata e promossa da Promozioni Confesercenti, organizzata da Ecspo, in collaborazione con Ente Fiera Promoberg, BergamoSposi offrirà al grande pubblico, oltre ad una selezionata e completa offerta espositiva, l’atteso ricco calendario di eventi collaterali, per incontrare le grandi firme della moda, dell’alta cucina, dell’immagine, e delle location ideali.

Grazie ad un format in costante aggiornamento, Bergamo Sposi si rafforza quale efficace strumento per le imprese del settore, alle prese con il perdurare della pessima congiuntura economica e con un mercato estremamente selettivo.

«Affrontiamo con entusiasmo il lavoro organizzativo della fiera – commenta Ornella Schenatti, responsabile per Ecspo di Bergamo Sposi -, grazie alla positiva contaminazione che riceviamo quotidianamente dall’entusiasmo e dalla fiducia delle giovani coppie che, con amore e quel pizzico di sana incoscienza che rende bellissima la vita, affrontano un passo fondamentale come la creazione di una nuova famiglia, la cellula base della nostra comunità».

Che Bergamo Sposi sia una manifestazione a carattere regionale lo confermano, oltre che le provenienze del pubblico, i dati delle imprese espositrici: il 35% di esse infatti arriva da fuori provincia. In totale sono 148 le imprese espositrici che animeranno la manifestazione, distribuita sui 6.500 metri quadrati di superficie del padiglione B, con un’offerta merceologica capace di soddisfare anche il pubblico più esigente. La rappresentativa più numerosa è ovviamente quella targata Bergamo (97 imprese), bergamasca presenti), seguita da Brescia (24), e Milano (11). Quattro le imprese provenienti da fuori Lombardia.

Al centro di tutto il progetto – che vede la collaborazione di importanti professionisti del settore, quali scenografi e flower design italiani, capaci di creare ambientazioni uniche e esclusive per rendere il ricevimento delle nozze davvero indimenticabile - ci sono come sempre i futuri sposi, protagonisti assoluti della manifestazione. Su loro, da sempre, gli organizzatori hanno incentrato l’attività e lo sviluppo della manifestazione, per presentare le proposte più adeguate e di qualità, in linea con le tendenze e le aspettative del pubblico, anche per quanto concerne gli aspetti economici. Pensando a ciò sono state selezionate le imprese ritenute più qualificate, in grado di presentare le ultime novità del settore, e di consentire ai visitatori di realizzare un matrimonio il più «personalizzato» e distintivo possibile, qualsiasi sia il budget a disposizione.

Le novità 2015 di Bergamo Sposi si presentano già al suo ingresso, con il percorso emozionale in tema di Matrimonio Shabby Chic, lo stile che sta imperversando tra le spose italiane e europee, che interpreta l’arte di trasformare in modo elegante arredi e complementi «vissuti», in elementi di grande eleganza, creato dal flower designer Gabriele Parimbelli. Riconducendosi al tema di Expo 2015 (Nutrire il pianeta e energia per la vita) sarà ambientata la «Wedding Food Party», un doveroso omaggio all’esposizione universale milanese che sintetizzerà la tematica di attenzione all’ambiente e il rispetto della natura, con l’utilizzo di materiali naturali e prodotti del territorio, in stile «Matrimonio agreste chic» creato dallo scenografo e flower designer Maurizio Buzzi (Sirone, Lecco) Toni dal fango al corda, con inserti di verde malva reinterpretano un buffet imperiale, dove casse in legno naturali fungono da piani d’appoggio e si intersecano con piante verdi del territorio (ulivi, rosmarini, graminacee), ricreando il giardino in tavola. L’elemento decorativo è caratterizzato dagli attrezzi della cucina, come bottiglie, bicchieri, mestoli e pentole in rame decorati con fiori e verdure. Un modo per riportare in tavola, oltre alla tradizione gastronomica, anche il piacere per il palato e per la mente.

Sempre in tema di Expo e di recupero dei materiali, l’inconfondibile stile di Alberto Menegardi (Caravaggio), il flower design che partecipa alla trasmissione televisiva di Rai2 «Detto Fatto», imperniata sulla filosofia del riciclo e in grado di offrire ambientazioni e scenografie uniche con qualsiasi budget di spesa.

All’insegna del colore bianco, simbolo della purezza e dell’abito della sposa, lo stile «Go White» interpretato da Gian Paolo Compiani (Cremona) di Callas Flower Shop, denominato «Assolutamente bianca… Sposa 2015 dettagli e stile».

La fotografia è indubbiamente l’elemento che fissa e rende eterni gli attimi salienti della nostra vita, i dettagli e le emozioni che possono essere rivissute e ravvivate nel tempo. Vivendo in un’epoca in cui tutti dispongono di strumenti digitali che rendono estremamente facile e spersonalizzato lo «scatto», si rischia però di perdere quel tocco artistico che rende davvero unica un’immagine. Per questo rimane fondamentale la scelta di un fotografo professionista, capace di essere quell’artista-poeta in grado di narrare e cogliere le emozioni e i dettagli della giornata più importante della vita nel miglior modo possibile. Per sensibilizzare gli sposi sull’importanza e la priorità della scelta di un buon fotografo, sarà presente in fiera Roberto Tomesani, coordinatore generale dell’associazione nazionale fotografi professionisti Tau Visual, felice di aiutare il pubblico ad orientarsi tra l’ampia e qualificata offerta di fotografi professionisti presenti in fiera, diffidando dalle soluzioni «fai da te».

Ad affiancare la ricca parte espositiva, come sempre Bergamo Sposi presenta un corposo programma di eventi collaterali, che ha nelle sfilate e nei concorsi la parte più attesa dal pubblico. Il backstage è stato rinnovato e potenziato, per rispondere e supportare al meglio gli espositori nell’allestimento e «messa in scena» delle diverse situazioni che caratterizzano la cerimonia.

Resta invariata invece la filosofia di Bergamo Sposi, che mette in primo piano l’interattività tra espositori e visitatori, portando lo spettacolo non solo sul palco ma anche in ogni singolo stand, dove i visitatori diventano primi attori della fiera.Nel corso dei tre giorni di apertura, importanti e qualificati operatori presenteranno, anche con dimostrazioni dal vivo, i loro servizi. Le coppie potranno così assaporare e scegliere, tra le prelibatezze gastronomiche, quelle che secondo il loro gusto possono essere le più indicate da offrire agli invitati; farsi truccare e provare nuove acconciature, grazie a professionisti della bellezza; assistere a esibizioni musicali che accompagneranno la cerimonia; selezionare il bouquet e l’auto; scegliere tra le infinite proposte, la bomboniera ideale; progettare nei minimi dettagli il proprio viaggio di nozze; provare gioielli da sogno, oppure affidarsi alla maestria di wedding planner che si occuperanno nel modo più accurato di ogni aspetto organizzativo.

Sul palco dell’area spettacoli di Bergamo Sposi si alterneranno romanticissime sfilate con abiti da sposa, défilé con preziosi gioielli, intrattenimenti musicali, reportage di viaggi indimenticabili, mini-corsi di cucina, e show cooking a cura di importanti chef. Inoltre, happy hour, dimostrazioni di make-up, e la wedding cake, la torta nuziale. Le sfilate dedicate alle future spose e coppie sono tradizionalmente tra gli appuntamenti più autentici e coinvolgenti di Bergamo Sposi. Le modelle e le coppie sfileranno in passerella alternandosi alle performance di mannequin professioniste, perfettamente curate da stilisti, consulenti d’immagine, acconciatori e fotografi. Gli appuntamenti con la passerella inizieranno già nella serata inaugurale: venerdì 6 febbraio, infatti, dalle ore 20.30, le future spose sfileranno davanti a fotografi e telecamere per il titolo di «Miss BergamoSposi», «Miss Orogioiello» e «Miss Lerouge», aprendo così nel migliore dei modi la nuova edizione di Bergamo Sposi. Sabato 7 febbraio, sempre alle 20.30, sarà invece la volta delle coppie, che sfileranno per l’elezione de «La Coppia dell’Anno» e de «La Coppia Lerouge».

Infine anche quest’anno Bergamo Sposi premia il suo pubblico: durante i giorni di svolgimento della Fiera, tutti i visitatori «non sposati» e muniti di biglietto, potranno registrarsi e sperare nella dea bendata. I premi: un Fantastico Viaggio a Mauritius per 2 persone, offerto da Ovet Viaggi di Bergamo; una coppia di splendide fedi nuziali Polello; un weekend (2 notti) per 2 persone presso Palazzo Arzaga Hotel Spa and Golf Resort di Calvagese delle Riviera (Bs), offerto da Gruppo Blu Hotels di Salò e un gioiello «Armonia» in oro con perla, realizzato dal laboratorio orafo Mori di Grassobbio.

Info utili
Venerdì 6 febbraio dalle ore 17 alle 23
Sabato 7 febbraio dalle 10 alle 23
Domenica 8 febbraio dalle 10 alle 20
Biglietto di ingresso: 5 euro - Parcheggio: 3 euro
Tel. 035.50.98.220 - Fax 035.50.98.222
[email protected] - www.fierabergamosposi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA