Pronto il «Controllo di vicinato» Sono 138 le adesioni a Romano

Pronto il «Controllo di vicinato»
Sono 138 le adesioni a Romano

Decolla il controllo di vicinato promossa da alcuni cittadini di Romano per contribuire a contrastare la microcriminalità.

L’obiettivo è scongiurare in modo particolare i furti nelle case. Sono già oltre 138 le adesioni all’iniziativa: la più massiccia arriva dai residenti nei quartieri a nord della città.

L’iniziativa di Romano, precisano i promotori, è senza etichette partitiche e non si tratta di ronde. Nella Rocca cittadina si è tenuto un incontro tra le persone che hanno aderito al progetto per cui possono continuare a pervenire nuove adesioni.

Ladri in azione, svaligiata la cassaforte

Ladri in azione, svaligiata la cassaforte

«L’intento – sottolinea Mario Suardi – è quello di coprire il più possibile le vie e i quartieri della città dove fare il controllo di vicinato. Per semplificare, si tratta di cittadini che danno un’occhiata in giro, alle case dei vicini, alla via e al quartiere, segnalando situazioni anomale o magari la presenza di personaggi sospetti».

Già vicesindaco nel passato mandato amministrativo, Suardi è tra i promotori dell’iniziativa e referente bergamasco dell’associazione «Controllo di vicinato». Questo gruppo in oltre 70 comuni italiani, specie del Nord, ha introdotto con positivi risultati il controllo.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA