Prostituzione a Zingonia Nuovo allarme, nuova proposta

Prostituzione a Zingonia
Nuovo allarme, nuova proposta

«Puntualmente anche quest’anno, con l’arrivo dell’estate, le strade provinciali dell’area di Verdellino - Zingonia sono tornate a riempirsi di prostitute in abiti ben poco succinti che non danno un bello spettacolo di decoro umano ed urbano ai residenti ed ai passanti» Lo scrivono i rappresentanti politici dei Fratelli d’Italia della Bergamasca che lanciano l’allarme.

«Il fenomeno è purtroppo ben noto e non si riesce evidentemente ad estirparlo, anche a causa di un vulnus legislativo che impedisca tale mercato - scrivono -. Fratelli d’Italia ha spesso proposto una regolamentazione del fenomeno, al di là di ogni ipocrisia, che possa abrogare la sciagurata Legge Merlin e introduca cooperative di ragazze, seguite dal punto di vista sanitario e fiscale, ed eviti lo sfruttamento attuale e possa regolarizzare “il lavoro più antico del mondo”».

A tale riguardo, il circolo della Pianura Bergamasca distribuirà sabato mattina volantini sull’argomento a Verdellino-Zingonia per sensibilizzare i cittadini e far conoscere la proposta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA