Mercoledì 29 Aprile 2009

Questura: i permessi di soggiorno
sono consultabili anche su Internet

La Polizia di Stato ha ideato un canale informativo dedicato ai permessi di soggiorno, consultabile direttamente dal sito www.poliziadistato.it. Il cittadino straniero che ha presentato domanda di rilascio, rinnovo o duplicato del «permesso» troverà la risposta sul web semplicemente collegandosi al sito istituzionale della Polizia di Stato che consentirà l'accesso a una specifica «banca dati» informativa.

L'interessato, dopo aver selezionato la lingua conosciuta tra italiano, inglese, francese, spagnolo, russo e arabo, dovrà soltanto inserire nelo spazio richiesto il codice numerico della pratica, se la richiesta è stata presentata negli uffici della questura, o dell'assicurata se presentata alle Poste.

Il servizio fornirà informazioni sull'esito conclusivo dell'istanza: se il permesso è pronto, sarà indicato l'ufficio dove recarsi per il ritiro attraverso una mappa geografica che copre l'intero territorio nazionale.

Sfruttando la multicanalità offerta oggi dalla tecnologia per le comunicazioni, sarà possibile raggiungere la stessa «banca dati» dalla pagine iniziale di Google e mediante il servizio www.poliziadistato.mobi dai cellulari abilitati.

Questo nuovo sistema di consultazione sostituisce il servizio già reso dalla questura di Bergamo che attualmente pubblica gli elenchi, in formato pdf, dei permessi di soggiorno da ritirare, consultabili attraverso il sito della questura di Bergamo.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata