Ragazzi volontari nel campo antimafia Ma il loro lavoro è già stato distrutto

Ragazzi volontari nel campo antimafia
Ma il loro lavoro è già stato distrutto

È stato distrutto il lavoro che diciotto ragazzi dell’Istituto Agrario Cantoni di Treviglio hanno realizzato in un terreno sequestrato alla mafia ad Isola di Capo Rizzuto, in provincia di Crotone.

I giovani - accompagnati dai professori - erano partiti domenica 12 luglio per vivere una settimana di lavoro nei campi confiscati alla mafia, come fanno ormai da sette anni.

Domenica scorsa, al loro ritorno a Treviglio, l’amara sorpresa: leggendo la stampa locale crotonese hanno scoperto che qualcuno aveva devastato tutto il loro lavoro.

Sopra il vivaio devastato da ignoti a Isola Capo Rizzuto. Qui i ragazzi di Treviglio all’opera

Sopra il vivaio devastato da ignoti a Isola Capo Rizzuto. Qui i ragazzi di Treviglio all’opera

I ragazzi erano ospiti presso la cooperativa sociale «Terre Joniche – Libera Terra» che gestisce i terreni confiscati alla cosca Arena dal 2012. Nella notte tra sabato e domenica, ignoti si sono introdotti nei terreni e hanno letteralmente devastato tutta la proprietà.

Grazie alla donazione di un catanzarese, era stato possibile per i ragazzi mettere a dimora una serie di piante. Queste piante sarebbero servite per allestire un orto botanico.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 23 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA