Rapina donna incinta con spray In manette un 35enne marocchino

Rapina donna incinta con spray
In manette un 35enne marocchino

L’uomo le aveva rubato un cellulare a settembre. Messo ai domiciliari è stato visto nuovamente in paese: è così scattata la custodia in carcere.

I carabinieri della stazione di Fara Gera d’Adda hanno arrestato un 35enne marocchino, pluripregiudicato, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di bergamo per rapina e lesioni personali aggravate dall’uso di gas accecante. L’uomo, il 18 settembre a Canonica ha pedinato una 34enne di origini marocchine attendendo che rincasasse unitamente al figlio di 2 anni, per poi immobilizzare entrambi nel cortile della loro abitazione mediante l’impiego di uno spray urticante al peperoncino. Impossessatosi dello smartphone della donna, peraltro al 9° mese di gravidanza, si è dileguato a piedi dopo aver minacciato con un coltello il coniuge della vittima, sopraggiunto a seguito delle richieste di aiuto. Madre e figlio sono stati medicati d’urgenza all’Ospedale di Treviglio per le irritazioni riportate agli occhi.

Il 10 ottobre scorso l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di bergamo: il 28 ottobre sorpreso a Canonica d’Adda, è stato tratto nuovamente in arresto per il reato di evasione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA