Reati, Bergamo è al 36° posto  Ma è boom per truffe e furti in casa

Reati, Bergamo è al 36° posto

Ma è boom per truffe e furti in casa

Bergamo è in 36ª posizione nella classifica relativa ai reati commessi (e denunciati) nel 2013. Lo rivela l’annuale report pubblicato da Il Sole 24 Ore elaborato sui dati del Viminale.

In testa a questa (sgradevole) graduatoria c’è Milano, seguita da Rimini e Bologna. In coda, le province più tranquille sono Benevento, Matera e Oristano.Rispetto al 2012 i dati relativi a Bergamo registrano un preoccupante più 5,2 per cento, per un totale di 50.131 reati denunciati. Entrando nel dettaglio, alla categoria «Furti in casa» Bergamo è 15ª con una crescita di 16,9 punti. In testa Asti, seguita da Pavia e Torino.

Per i borseggi Bergamo è al 54° posto, con un incremento del 10,8%. In testa Rimini, seguita da Bologna e Milano. Capitolo rapine: Bergamo è al 28° posto, e il dato cala del 4,3%: la classifica è guidata da Napoli, MIlano e Catania. Infine, truffe e frodi, dove Bergamo registra un incremento monstre del 28,6% piazzandosi al 38° posto nella graduatoria guidata da Trieste, Savona e Napoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA