Venerdì 30 Maggio 2014

Ricky, un sogno che va di corsa
È lui l’eroe della 10 chilometri

Riccardo, il bambino che soffre di atrofia muscolare

Il sogno di Riccardo era quello di provare l’ebbrezza del vento in fronte e papà Andrea sta riuscendo a renderlo realtà: «Bergamo sarà la seconda tappa di un tour che speriamo arrivi lontano. È incredibile cosa passa fare l’atletica…».

Perché l’atletica sabato sera 31 maggio, nel corso della terza edizione della corsa su strada 10 mila «Città di Bergamo», sarà anche la carrozza volante di «Ricky il nostro eroe», quattro anni e mezzo e un brutto nemico (la Sma, atrofia muscolare spinale) che lo blocca dalla vita in giù.

Non può correre Riccardo, ma tagliare traguardi della vita sì, eccome. E venerdì, verso quello situato sul Sentierone (al termine di 3 giri da 3,3 chilometri ciascuno) lo spingeranno papà, gli applausi del pubblico, e tanto sostegno: «Sottoforma degli amici che ci accompagneranno nella nostra corsa – continua Andrea Fabac (genovese di residenza, ma da questa stagione tesserato per i Runners Bergamo) –. Saremo tutti in maglia gialla: ne abbiamo cento, le distribuiremo gratuitamente, a patto di scrivere al nostro sito [email protected] prima che vadano esaurite…».

Era già stato sold out un paio di mesetti fa alla 10 km di Imperia, prima uscita ufficiale di un tandem nato casualmente lo scorso autunno nel salotto di casa. Sfogliando un album di fotografie, Riccardo ha notato che il papà aveva trascorsi da podista. Di fronte alla richiesta di vivere insieme le emozioni di una gara di corsa, non ha potuto dire di no: «Anche se erano anni che non mettevo le scarpe da ginnastica, è stata dura… – continua Andrea, classe 1974 – . Ma la gioia di Riccardo mi ripaga di tutto, anche da subito ci siamo accorti di non essere soli».

A oggi sono infatti 28 mila gli iscritti al gruppo Facebook «Ricky il nostro eroe», dove basta fare un clic ogni mattutino per trovare sorrisi (ovviamente quelli del piccolo grande Ricky) che illuminano anche la giornate più cupe.

Quelle giornate che si accendono anche grazie a Manymal-Seribusto, brand di t-shirt conosciuto per i suoi simpatici animali antropomorfi in grado di rappresentare i diversi aspetti della personalità umana. A Ricky è stato associato un simpatico dinosauro in versione podista, che indosserà «un’onda gialla» lì ad augurarsi che a fianco dei Top runner sfrecci forte anche la solidarietà: «Stiamo lavorando a un progetto che si chiama Smaile (gioco di parole fra sma e smile, ossia sorriso, ndr) sulla psicomotricità in acqua – dice in chiusura papà Andrea -. Chi vuole può trovare info sul profilo Facebook, ma preferiremmo incontrarvi di persona al termine della nostra festa». Tutti, compreso Ricky: chiunque sia a dominare le classifiche agonistiche, sarà lui l’eroe assoluto della terza edizione del 10 mila Città di Bergamo.

© riproduzione riservata