Rinviato a giudizio per peculato Amadeo si dimette dall’ospedale

Rinviato a giudizio per peculato
Amadeo si dimette dall’ospedale

Si è dimesso il direttore generale dell’ospedale di Seriate Amedeo Amadeo. La notizia è arrivata nella tarda mattinata di martedì 19 maggio.

Il direttore è stato rinviato a giudizio con l’accusa di peculato a fine aprile. Di fronte al giudice deve rispondere di un presunto peculato, legato a viaggi con l’auto aziendale dell’ospedale nelle estati del 2011 e 2012. In ballo ci sono 4.000 chilometri con relative spese di cui gli inquirenti chiedono ora conto.

Amadeo si trovava, come ogni agosto, sull’isola di Cres. Un autista dell’Azienda Bolognini era partito da Seriate per prelevarlo a Fiume, dove, da Cres, era giunto in traghetto. Il direttore era stato accompagnato a Seriate, aveva lavorato in ufficio, poi il giorno dopo, sempre accompagnato dall’autista, era ripartito per Fiume. Ragioni di servizio, s’è sempre difeso lui, spiegando che doveva tornare al Bolognini per firmare alcuni atti e, più in generale, svolgere le sue funzioni di direttore generale. Per l’accusa, invece, quel viaggio non era giustificato e quindi i costi sostenuti per i tragitti da Seriate a Fiume costituirebbero un danno per l’azienda ospedaliera Bolognini.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 20 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA