Martedì 26 Agosto 2014

«Ripresi» 300 mq di via Tasso

La Provincia sposterà uffici lì

Il piano «restituito», seminascosto, è quello che si vede in corrispondenza delle arcate.
(Foto by Gian Vittorio Frau)

Una serie di traslochi per eliminare le spese di affitti esterni degli uffici, con un risparmio annuo di circa 400 mila euro.

È questa l’operazione a cui sta lavorando la Provincia, studiando un nuovo «risiko» delle scrivanie con l’obiettivo, nel giro di alcuni mesi, di arrivare ad azzerare le «locazioni passive» di sedi istituzionali.

Un importante passo avanti in questa direzione è venuto poche settimane fa con la disponibilità comunicata dalla prefettura a «restituire» all’uso della Provincia l’ammezzato all’interno del palazzo di via Tasso. Circa 300 metri quadri che da tempo non venivano utilizzati dall’ente governativo, se non come deposito di materiale.

«Siamo rientrati in possesso degli spazi - conferma il presidente della Provincia, Ettore Pirovano -. Dopo i lavori di sistemazione, sarà possibile spostare lì una parte del personale che oggi si trova fuori». Prima, sarà necessario un intervento per organizzare e attrezzare i locali alle nuove funzioni, per una spesa complessiva di circa 50 mila euro.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 26 agosto

© riproduzione riservata