Risucchiato dalla corrente in canoa
Muore scout 18enne di Bergamo

Uno scout di 18 anni, residente in città, è morto in un incidente in canoa: è successo nella mattinata di giovedì 13 agosto. Faceva parte di un gruppo scout di Bergamo.

Risucchiato dalla corrente in canoa Muore scout 18enne di Bergamo
Annega in canoa, il luogo della tragedia

Il ragazzo si chiama Sebastiano Chia e viveva a Bergamo. Con altri otto canoisti del Gruppo Scout di Bergamo era partito da Cassano d’Adda nei giorni scorsi e stava scendendo il fiume con l’intento di arrivare a Cremona come meta finale.

La notte tra mercoledì e giovedì aveva alloggiato con i suoi compagni all’oratorio San Luigi di Pizzighettone e nella mattinata tutti e nove sono partiti da Gera d’Adda, frazione di Pizzighettone, dalla sponda lodigiana del fiume.

Poco dopo la partenza, all’alba, Sebastiano è stato risucchiato dalla corrente, in quel punto molto forte. La canoa si è incastrata in una chiusa e si è ribaltata. Nonostante indossasse il giubbotto salvagente il ragazzo è finito sott’acqua. Il capo scout del gruppo bergamasco si è tuffato nel tentativo di soccorrerlo ma la corrente del fiume ha avuto la meglio.

Quando da Cremona sono giunti i vigili del fuoco, non hanno potuto fare altro che recuperare il corpo e l’imbarcazione. «L’automedica di Casalpusterlengo ha soccorso il ragazzo componente di un gruppo scout - spiegano dal 118 -, annegato nel fiume dopo il ribaltamento della canoa su cui si trovava. È stato possibile accedere al paziente, incastrato sotto la canoa, solo dopo l’arrivo dei vigili del fuoco: l’automedica ha constatato il decesso in posto».

Sebastiano frequentava il liceo Lussana: il prossimo 18 agosto avrebbe compiuto 19 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA