Sanità in Lombardia, nuove regole «Nel 2015 altri tagli ai tempi di attesa»

Sanità in Lombardia, nuove regole
«Nel 2015 altri tagli ai tempi di attesa»

Presentate le regole di sistema 2015 per la sanità della Regione Lombardia.

Nell’incontro post Giunta il governatore Roberto Maroni, affiancato dagli assessori alla Salute Mario Mantovani e alla Famiglia Maria Cristina Cantù, ha rimarcato che le regole «rendono più efficienti i servizi, parallelamente all’obiettivo di contenimento e riduzione della spesa, perché noi siamo virtuosi».

«Infatti – ha sottolineato il presidente della Regione –, nonostante i tagli che abbiamo ricevuto, riusciamo a non aumentare i ticket e la pressione fiscale, vogliamo anzi continuare sulla strada della riduzione dei costi per i cittadini nella sanità pubblica e privata». Tra i punti strategici l’ulteriore miglioramento dei tempi di attesa:«Proseguiremo con l’operazione Ambulatori aperti che nell’ultimo quadrimestre 2014 ha fatto registrare oltre 100 mila prenotazioni.L’anno scorso – ha sottolineato l’assessore Mantovani – sono aumentati il numero di visite e di esami radiologici nelle aree più critiche. Abbiamo garantito oltre 25 milioni di prestazioni aggiuntive superando il traguardo delle 7 milioni di visite».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 19 gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA