«Sant’Agata, proposta non ammissibile ma disponibili ad un confronto»

«Sant’Agata, proposta non ammissibile
ma disponibili ad un confronto»

Palafrizzoni boccia la sola proposta arrivata in seguito al bando, ma non chiude del tutto la porta.

«Conforme in parte ma non ammissibile». Questo l’esito dell’esame della proposta di sistemazione del complesso di Sant’Agata arrivata a Palafrizzoni. L’hanno comunicato l’assessore Francesco Valesini e i tecnici comunali Giorgio Cavagnis e Massimo Locatelli. «Dal punto di vista tecnico ci sono diverse mancanze, come il mancato rifacimento dei tetti e dei solai e non è stato presa in considerazione la presenza di reperti archeologici in Sant’Agata».

Un rendering del progetto

Un rendering del progetto

E ancora: «Un piano economico assolutamente sottostimato e carenze tecniche». Quindi «non ammissibile, ma non chiudiamo la porta. Se dietro questa cordata ci sono imprenditori interessati, siamo pronti ad incontrarli ha spiegato Valesini: «Ma sarà fondamentale una revisione dell’Accordo di programma con il Demanio per introdurre elementi di maggiore flessibilità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA