Venerdì 08 Agosto 2014

Scontrini di sosta con la targa

«Violano la privacy». Che ne pensi?

Ecco una delle ricevute dei parcometri di Lecce con l'indicazione della targa

Per ovviare alla diffusa pratica di cedere lo scontrino del parcometro ad altri automobilisti, oppure a parcheggiatori abusivi che poi si fanno lasciare la «mancia» da chi subentra nella sosta, alcuni Comuni sono corsi ai ripari.

A Lecce era obbligatorio indicare la targa: un provvedimento che era stato adottato anche perché utile al cittadino in un eventuale contenzioso per una multa ricevuta. Il tagliando (se opportunamente conservato) avrebbe confermato l’effettivo pagamento della sosta.

Ma... L’iniziativa - recentemente avviata - è stata praticamente subito messa in stand-by, ai primi di agosto, perché sono stati sollevati dubbi sulla tutela della privacy. Lo «Sportello dei Diritti», presieduto da Giovanni D’Agata, ha chiesto il parere di un legale.

Secondo il quale - viene spiegato sul sito L’Altra Pagina - raccogliere le targhe dei cittadini per consentire il pagamento della sosta violerebbe il principio di necessità, proporzionalità, pertinenza e non eccedenza nel trattamento dei dati. Tutti i trattamenti dovrebbero avvenire riducendo al minimo l’utilizzazione di dati e bisognerebbe non trattarli se le finalità possono essere comunque raggiunte mediante dati anonimi o senza una specifica raccolta.

«Al di là degli aspetti pratici che riguardano le ovvie difficoltà per gli automobilisti e le perdite di tempo necessarie alla digitazione del numero di targa del veicolo, specie per gli anziani e per chi non è proprietario del mezzo - scrive Giovanni D’Agata in una nota stampa - è necessario un chiarimento immediato ... per far conoscere alla collettività se tutti i requisiti richiesti dal Codice della Privacy sono rispettati dal nuovo sistema adottato».

Risultato: i nuovi parcometri di Lecce sono stati messi in stand-by e torneranno in funzione solo quando saranno dissipati tutti i dubbi relativi all’eventuale tutela della riservatezza dei dati, come ha confermato nei giorni scorsi il direttore di esercizio della società che li gestisce.

Indicare la targa sugli scontrini dei parcometri, cosa ne pensi? Vai allo spazio dedicato ai commenti

Roberto Clemente

© riproduzione riservata