Mercoledì 27 Dicembre 2006

Sedicenne chiusa nel box doccia e rapinata in casa da tre malviventi

Momenti di paura per una studentessa sedicenne di Ghisalba, rapinata il giorno di Santo Stefano da tre individui, entrati in azione a volto coperto. L’hanno colta di sorpresa alle spalle, sul balcone di casa, tappandole la bocca per zittirla e quindi chiuderla nel box doccia mentre mettevano a soqquadro il suo appartamento, dal quale hanno portato via solo 100 euro in contanti. La rapina è avvenuta intorno alle 18 al primo piano di un condominio nella nuova zona residenziale sudovest del centro storico di Ghisalba, dove la ragazza abita insieme ai genitori. I rapinatori sono saliti sul balcone probabilmente utilizzando il canale pluviale in un momento in cui in casa non c’era nessuno. L’arrivo improvviso della ragazza li ha sorpresi. La giovane, rientrata per cambiarsi, è stata bloccata sul balcone dove stava prendendo un paio di scarpe da una scarpiera. Un malvivente l’ha afferrata per le spalle e un altro l’ha sollevata per i piedi: l’hanno infilata nel box doccia e hanno aperto l’acqua. Un malvivente ha fatto da guardia davanti alla porta di vetro, mentre altri due setacciavano l’appartamento. Dopo poco i tre sono scappati e la ragazza, fradicia, ha potuto chiamare i vicini, dando l’allarme.(27/12/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata