Domenica 07 Settembre 2014

Senatore in Francia, torna a Valsecca

Emozione al raduno degli emigranti

Scambio dei regali fra il senatore francese Jean-Marc Todeschini e il sindaco di Sant’Omobono Terme, Paolo Dolci

Durante la prima giornata del raduno degli emigranti valdimagnini, sul palco del cineteatro Ideal a Cepino di S. Omobono Terme, riflettori puntati su un ospite d’onore: Jean-Marc Todeschini, originario di Valsecca e Primo questore del Senato della Repubblica francese; accompagnato dalla moglie Arlette Thomas e dal fratello Mario.

Jean-Marc Todeschini è emigrante valdimagnino di seconda generazione: suo padre, Antonio Todeschini, nacque a Valsecca nel 1918, e all’età di dieci anni seguì il padre muratore in Svizzera per lavorare come contadino. Poi si trasferì in Francia, a Donmartin, continuando a lavorare come agricoltore.

Jean-Marc ha intrapreso la strada dell’insegnamento, come maestro nella regione della Lorena. Poi, nel 1983 è scattata la scintilla: Todeschini, su spinta di alcuni amici, decise di presentare una lista per le elezioni municipali e vinse. Da quel momento è stata una continua escalation.

«Ringrazio tutte le persone che hanno organizzato questa manifestazione - ha affermato -. È un momento di forte emozione per tutti poiché con questo evento rendiamo onore ai nostri nonni e genitori che sono andati all’estero per cercare lavoro. Loro non hanno mai dimenticato la Valle Imagna».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 7 settembre

© riproduzione riservata