Lunedì 15 Novembre 2010

Settimana all'insegna della pioggia
ma l'inverno arriverà dopo il 25

L'approfondimento di una nuova depressione atlantica sul comparto occidentale dell'Europa favorirà l'afflusso verso la Lombardia di correnti meridionali più umide, con prime deboli piogge. Il peggioramento sarà destinato ad intensificarsi tra lunedì e martedì, quando è atteso il transito di un vero e proprio sistema perturbato con piogge e rovesci diffusi a più riprese, anche abbondanti sulle province di Varese, Como, Lecco, Monza, nord Milano e alto Bergamasco.

Una breve pausa più asciutta si avrà probabilmente tra mercoledì e giovedì, ma a seguire è atteso l'arrivo di una nuova depressione che probabilmente ci guasterà anche il prossimo weekend. Il clima si manterrà inizialmente mite, con temperature che calarenno gradualmente nel corso dei giorni e con la neve che in settimana scenderà fin verso i 1300-1500 metri.

Il tempo atlantico dovrebbe insistere fino al 25, in seguito buone speranze per l'ingresso del vero inverno, con il primo freddo stagionale e, forse, la prima neve a bassa quota.

LUNEDI': Correnti meridionali continuano a insistere sulla Lombardia, favorendo la presenza di nubi estese, con deboli piogge sparse al mattino, più continue sulla fascia prealpina occidentale ancora assenti sul Mantovano, che tenderanno a intensificarsi dalla sera, quando è atteso il lento transito del fronte più attivo della perturbazione. Fenomeni particolarmente intensi tra sera e notte sulle province di Varese, Como, Lecco, alta Brianza, alto Bergamasco, fenomeni più deboli sul Mantovano. Temperature stabili o in lieve calo su valori ancora molto miti per il periodo. Neve sopra i 2000 metri, ma in graduale calo nel corso della notte. Attendibilità: 80-90% - Alta

MARTEDI': Sarà ancora una giornata molto perturbata sulla Lombardia, interessata da un minimo depressionario chiuso in lenta evoluzione dal Ligure all'alto-medio Tirreno. Il tempo sarà quindi perturbato, con piogge e rovesci più diffusi ed intensi in mattinata sui settori alpini e prealpini, poi tra pomeriggio e sera sulle pianure centro-orientali, dove potrà manifestarsi anche qualche temporale. Neve in montagna tra 1500 e 1700 metri. Tra sera e notte lentp esaurimento dei fenomeni da nordovest. Temperature in lieve calo, specie in montagna. Attendibilità: 75-80% - Medio alta

MERCOLEDI': Il centro di bassa pressione si sposta ulteriormente verso Sud Est, liberando la Lombardia. I cieli saranno ancora in parte nuvolosi, specie sulla fascia prealpina dove non si esclude qualche residua pioviggine al mattino. Qualche parziali schiarita su alta Valtellina e Mantovano nel corso della giornata. In nottata nubi in addensamento da ovest e deboli piogge sugli estremi settori occidentali. Temperature in lieve calo nei minimi, tra 6 e 8 gradi, massime stabili a 11/12 gradi. Venti deboli orientali o variabili. Attendibilità: 70-75% - Media

GIOVEDI': Una nuova perturbazione si avvicina da ovest alla Lombardia, seppur con esito ancora incerto. Fin dal mattino nubi e deboli piogge che da ovest si estenderanno in modo sparso verso est. Cessano i fenomeni per la sera. Neve oltre 1100-1300 metri. Temperature in lieve calo, con massime non superiori ai 10 gradi. Venti deboli meridionali. Attendibilità: 60% - Bassa

VENERDI': Dopo una giornata discreta, l'ennesima perturbazione raggiunge la Lombardia in nottata. Fino al pomeriggio schiarite irregolari, fino a cieli temporaneamente sereni o poco nuvolosi in giornata. In serata addensamento della nuvolosità e tendenza a nuove precipitazioni da ovest nel corso della notte. Nevicate a quote prossime ai 1000/1200 metri. Attendibilità: 50% - Molto bassa

SABATO: Una nuova perturbazione investe la Lombardia, determinando un nuovo episodio di maltempo. Cieli chiusi e piogge diffuse in pianura, moderate nevicate in montagna tra i 1000 e i 1300 metri, in lieve rialzo. Venti deboli orientali al suolo, moderati meridionali in quota. Attendibilità: 50% - Molto bassa

a.ceresoli

© riproduzione riservata