Si fingono operai a Predore Ma rubano i pali della pista ciclabile

Si fingono operai a Predore
Ma rubano i pali della pista ciclabile

I lavori sono iniziati da meno di una settimana e già i ladri hanno colpito il cantiere.

Ma non hanno rubato, come succede di solito, attrezzi e macchinari, bensì sono riusciti a far sparire 200 quintali di micropali di ferro – che sarebbero serviti per la pista ciclopedonale di Predore – alla luce del sole. Come se niente fosse, quando il cantiere dell’impresa Filippi Palmino di Costa Volpino ha chiuso, alle 17 di lunedì, i ladri sono arrivati con un camion e hanno caricato tutti i pali che erano stati posizionati al di sotto della sede stradale, in prossimità della sponda del lago. Pronti per essere piantati nei prossimi giorni lungo la pista ciclopedonale che comincia subito dopo la galleria del Corno.

Un furto che ha lasciato perplessi anche gli stessi carabinieri di Tavernola e Sovere, che stanno cercando di risalire agli autori. Impossibile infatti che nessuno si sia accorto di un gruppo di persone che caricava un camion: si parla di micropali di ferro – il nome non inganni – lunghi anche 8 metri, del peso complessivo di 200 quintali.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 19 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA