Lunedì 22 Gennaio 2007

Sicurezza, vertice in Prefettura
Partirà una verifica nei quartieri

Vertice in Prefettura, a Bergamo, sui temi dell’ordine pubblico. In particolare si è parlato di di sicurezza nel quartiere cittadino di Monterosso. L’incontro era stato sollecitato dalla quarta circoscrizione che lamentava l’aumento, in zona, dei reati. Per il Prefetto, però, la situazione non sarebbe grave e non ci sarebbe motivo di allarme. In ogni caso, l’assessore comunale alla sicurezza Dario Guerini ha espresso l’intenzione di avviare un «tour» nei quartieri per avere una mappa dei problemi e individuare le priorità.Per l’assessore bisogna coinvolgere il più possibile i presidenti delle circoscrizioni e così a breve verrà avviata una serie di incontri con i rappresentanti delle circoscrizioni.
Prima di Natale a Monterosso si era verificata una serie di furti: ad essere colpiti erano stati in particolare tre negozi, e i commercianti avevano preso carta e penna per segnalare il proprio disagio e la loro sensazione di insicurezza proprio al prefetto, al sindaco Roberto Bruni e al presidente della quarta circoscrizione Alessio Saltarelli.
«Secondo i soli dati della Questura i furti in città nel 2006 sono stati 231, 21 dei quali nella quarta circoscrizione, dove sono stati messi a segno altri reati - ha spiegato il prefetto Federico -: sette borseggi, quattro furti su auto, sei furti di auto, una rapina, tre truffe. Stando a questi numeri si potrebbe dire che nella quarta circoscrizione e a Monterosso non c’è un vero e proprio allarme criminalità. Il problema è che c’è sempre un divario tra la sicurezza reale e la percezione della sicurezza: il nostro obiettivo deve essere anche quello di migliorare tale percezione. Il fatto che il Comune voglia quindi effettuare una ricognizione su tutto il territorio è opportuno: solo così si potrà arrivare a mettere in campo delle strategie mirate sulle singole circoscrizioni».

(22/01/2007)

a.campoleoni

© riproduzione riservata