Giovedì 03 Agosto 2006

Studenti e piccole imprese finanziati dalla Provincia e dalla Banca Intesa

La Provincia di Bergamo ha stipulato con Banca Intesa un accordo per sostenere le necessità degli studenti e delle piccole e medie imprese. L’accordo prevede la creazione di un credito di 200mila euro, per metà destinata agli studenti meritevoli diplomati agli istituti tecnici e agli universitari fuori sede, mentre l’altra metà andrà a finanziare i progetti per l’incremento della competitività delle ditte del Bergamasco. «Tra i compiti prioritari - chiarisce il presidente Valerio Bettoni - la Provincia ha posto la formazione professionale, l’orientamento e l’inserimento lavorativo». In quest’ottica sono nate le iniziative «Intesabridge» e «Universithouse».«La Provincia interverrà così - aggiunge Bettoni - come garante degli studenti più meritevoli diplomati negli istituti tecnici, affinchè, con il prestito concesso, possano accedere a un periodo di studio, stage o viaggio all’estero. Sarà anche garante della somma con cui Banca Intesa pagherà il canone di locazione per gli studenti universitari fuori sede».Per le piccole e medie imprese è, invece, previsto «Intesanova» che finanzierà i costi della valutazione e certificazione dei progetti che, attraverso l’innovazione tecnologica, puntino all’incremento della produttività.«L’iniziativa - spiega il vice-presidente della Provincia e delegato alle Attività produttive, Bonaventura Grumelli Pedrocca - vuole anche essere un test in vista della possibile realizzazione di un Centro permanente di valutazione dei progetti, in modo da ridurre i costi per l’immissione sul mercato della macchina o del procedimento innovativo».(03/07/2006)

g.francinetti

© riproduzione riservata