Tangenziale ovest, slitta la consegna Caravaggio, ditta non ancora  pagata

Tangenziale ovest, slitta la consegna
Caravaggio, ditta non ancora pagata

Il termine dei lavori slitta ancora. Questa volta, però, dovrebbe essere l’ultima. La tangenziale ovest di Caravaggio sarà pronta non per il 10 ottobre, bensì per la fine dell’anno.

La conferma arriva direttamente dall’azienda costruttrice a cui la realizzazione della strada, del costo di 10 milioni di euro, è stata appaltata dalla Provincia. Si tratta della «Milesi Geom. Sergio srl» di Gorlago che, nei prossimi giorni, trasferirà molti dei suoi uomini e mezzi a Caravaggio per iniziare a lavorare in maniera intensiva per il completamento dell’infrastruttura.

«Nonostante, per quanto realizzato finora - affermano i titolari - non abbiamo ancora ricevuto i dovuti pagamenti». Pagamenti a cui la Provincia fa fatica a far fronte. Colpa soprattutto dei vincoli imposti del Patto di stabilità che rende difficile utilizzare le risorse stanziate a suo favore da Rfi (Rete ferroviaria italiana) a cui spetta finanziare la costruzione della tangenziale ovest.

Si tratta infatti di un’opera connessa alla costruzione del tratto Treviglio-Brescia della Tav, l’alta velocità ferroviaria. Tra oggi e domani, comunque, la «Milesi Geom. Sergio srl» inizierà a cantierizzare sulla provinciale Rivoltana le due rotatorie previste dallo stesso progetto della strada. Entrambe saranno dotate di passaggio pedonale sotterraneo rendendo quindi, per pedoni e biciclette, più sicuro l’attraversamento della Rivoltana.

Una è prevista all’incrocio fra la Rivoltana e la provinciale 137 che porta a Calvenzano. La seconda non è in realtà una nuova rotatoria ma consiste in una riqualificazione di quella esistente che si trova all’altezza del Santuario Santa Maria del Fonte di Caravaggio.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola giovedì 7 maggio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA