Tombolina star a Martinengo Vince la corsa delle lumache

Tombolina star a Martinengo
Vince la corsa delle lumache

Nonostante il maltempo anche quest’anno tutto esaurito alla più lenta gara del mondo, la corsa delle lumache, disputata sabato sera a Martinengo all’interno delle giornate agricole martinenghesi.

Forse perché i 48 concorrenti sapevano che la pioggia o l’umidità sono un potente stimolo per far fuoriuscire le lumachine e farle «correre» verso il traguardo: un metro di pista da ricoprire nel minor tempo possibile, senza mai toccare l’animaletto che poteva solamente essere invogliato a proseguire con l’aiuto di una foglia di lattuga a mo’ di esca.

Ma quale è stata la lumaca più veloce? Tombolina, «allenata» da Monica Esile, che ha percorso un metro in un tempo di 12 minuti e 44 secondi. Sul podio anche la lumaca Pokemon di Ivan Ghidotti con 13 minuti e 14 secondi, mentre terza classificata Nebbia di Mattia Manenti con 13 minuti e 40 secondi. Ancora imbattuto il record assoluto della competizione che risale al 2009 quando sempre una lumaca di nome Nebbia, guidata proprio da Mattia Manenti, ha percorso un metro in soli 7 minuti e 48 secondi.

Ma gli onori di quest’anno alla vincitrice Monica Esile che dopo aver partecipato a tutte le edizioni della gara ha individuato una strategia che stavolta l’ha portata sul gradino più alto del podio: dopo aver raccolto nelle scorse settimane diverse lumache, ha tenuto «a dieta» le migliori, fino a selezionare la lumaca Tombolina che, durante la gara, per raggiungere la foglia di lattuga sul traguardo, ha bruciato le rivali con un formidabile sprint per poi meritarsi l’agognata cenetta al fotofinish.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 10/11/2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA