Martedì 21 Febbraio 2012

Torre dei Caduti, restauri finiti
Ora la si potrà anche visitare

Una Torre dei Caduti tutta nuova, restaurata, messa in sicurezza e pronta per essere scoperta e ad aprirsi a bergamaschi e turisti perché dall'alto dei suoi quarantacinque metri la vista è davvero mozzafiato. Chi ha curato la ristrutturazione della Torre è stata la Fondazione Banca Popolare di Bergamo Onlus che ha finanziato i circa centocinquantamila euro che sono serviti per i lavori.

A fianco della Banca Popolare di Bergamo l'Amministrazione Comunale che da tempo aspettava uno “sponsor” per sistemare questo monumento della città bassa, tanto bello quanto importante. La Torre dei Caduti fu progettata dall'architetto Marcello Piacentini in onore dei bergamaschi caduti in guerra; i lavori cominciarono nel 1922 e si conclusero con l'inaugurazione, in presenza di Benito Mussolini, del 27 ottobre 1924.

“Per noi è una grossa soddisfazione vedere questo simbolo della città messo a nuovo – ha commentato il sindaco Franco Tentorio -. Da troppo tempo sapevamo che la struttura richiedeva interventi di ristrutturazione ma non eravamo mai riusciti a trovare i fondi necessari. Poi la Banca Popolare di Bergamo si è proposta e noi non abbiamo esitato a provvedere coi lavori. Ora il prossimo passo che siamo intenzionati a fare è quello di aprire con maggiore frequenza la torre ai bergamaschi e ai turisti perché siamo sicuri che meriti più attenzione”.

I lavori sono durati circa sei mesi, da giugno a dicembre dell'anno appena passato:”Non è stato un intervento facile – ha osservato l'assessore ai lavori pubblici Alessio Saltarelli – perché le condizioni della torre erano davvero preoccupanti. Abbiamo dovuto rifare ex novo la struttura di sostegno inserendo due travi a “t” a sostegno della soletta che sta appena sotto la campana la quale a sua volta l'abbiamo messa in sicurezza con tiranti controventati e resine speciali. Per quanto riguarda gli ornamenti hanno mantenuto forma e struttura originali ma abbiamo provveduto a ripulirli e restaurarli”.

Emilio Zanetti, presidente della Fondazione Banca Popolare di Bergamo, ha aperto alla proposta del sindaco di aprire la torre: “Dopo aver compiuto con grande orgoglio questa operazione di ristrutturazione vogliamo valorizzare la bellezza di questa struttura, accogliamo la proposta del sindaco di renderla accessibile e prenderemo subito in mano la situazione”.

Entusiasta anche il Gruppo Guide Turistiche Città di Bergamo che ha già predisposto sette date, da marzo a novembre, per le visite alla torre.

Federico Biffignandi

a.ceresoli

© riproduzione riservata