Giovedì 25 Maggio 2006

Tragedia in cantiere, muratore schiacciato muore nel trasporto, in furgone, verso Seriate

Un’altra tragedia in cantiere. La vittima è un muratore di Trescore, Fulvio Calabrese, 53 anni. La sua morte è stata constatata alle 9,37 di ieri mattina dai medici dell’ospedale Bolognini di Seriate dove è arrivato trasportato da un amico artigiano di Cene. Il muratore è rimasto vittima di un incidente in un cantiere dell’area «ex Rizzoli» di Crescenzago, nel Milanese: una pesante lastra in ferro gli è caduta addosso mentre stava dando una mano all’amico artigiano nello smantellamento di alcuni vecchi macchinari. L’artigiano avrebbe fornito una diversa ricostruzione della disgrazia ed è stato denunciato. Forse per non dover giustificare il lungo viaggio da Milano a Seriate, infatti, inizialmente l’artigiano ha raccontato ai militari che Calabrese era stato schiacciato da un vecchio muletto nel cortile della sua abitazione, in via Calvarola a Trescore. Il sopralluogo dei militari non ha però fornito alcun riscontro al racconto dell’artigiano: il muletto indicato era infatti inutilizzato da tempo e sul macchinario non c’erano tracce di sangue. I familiari della vittima hanno poi spiegato che Fulvio Calabrese ieri mattina si trovava al lavoro a Crescenzago: per questo, dopo un sopralluogo nel cantiere dove in effetti era avvenuto l’infortunio, nei confronti dell’artigiano di Cene è scattata la denuncia a piede libero.(25/05/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata