Trenord «la tua flotta cade a pezzi» I pendolari attaccano: servizio indegno

Trenord «la tua flotta cade a pezzi»
I pendolari attaccano: servizio indegno

Ci sono treni più o meno intoccabili per l’esercito dei pendolari bergamaschi che ogni mattina va a Milano.

E per un popolo abituato a conoscerli talmente bene da chiamarli ormai con un numero, il 2608 delle 8,02 da Bergamo per Milano Centrale via Lambrate è un punto di riferimento. Cominciare un caldo mercoledì di pendolarismo con la sua soppressione ha fatto perdere le staffe a tutti, anche perché i viaggi da e per Milano in questi giorni hanno offerto diversi motivi di lamentela. La sintesi la tira questo post apparso poco prima delle 8,30 sulla pagina Facebook del Comitato pendolari bergamaschi, seguito da un altro pochi minuti dopo dove viene chiamato in causa l’assessore regionale alle Infrastrutture, Alessandro Sorte: «Facciamo il punto? Ci diamo già per spacciati? Cerchiamo una alternativa a trenord? No perché così non si va avanti, la gente prima o poi scoppia».

Partiamo bene anche stamattina... #Trenord la tua potente flotta cade a pezzi #pendolari E la nostra pazienza ha un limite rispetto a questo servizio indegno

Posted by Quellideltreno - Comitato Pendolari Bergamaschi on Martedì 7 luglio 2015

Preceduto e seguito da una serie di sferzanti tweet dei pendolari esasperati.

Anche perché prima di essere soppresso non è che il 2608 sembrasse in otttime condizioni.

Proprio no...


© RIPRODUZIONE RISERVATA