Di Maio e Salvini i vincitori, crollo Pd Trionfo Lega al Nord e 5 Stelle al Sud
Salvini e Di Maio

Di Maio e Salvini i vincitori, crollo Pd
Trionfo Lega al Nord e 5 Stelle al Sud

Quando ormai lo spoglio delle schede elettorali è quasi terminato, il Movimento 5 Stelle si conferma il primo partito alle elezioni politiche con il 32% dei consensi, mentre il centrodestra è la prima coalizione con il 37%. La coalizione di centrosinistra, invece, fa registrare un 23%, con il Pd però che si tiene sotto la soglia del 20% sia alla Camera che al Senato.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini indiscussi vincitori, il Pd malamente sconfitto (con crescenti rumors di un Renzi sulla via delle dimissioni), un Berlusconi silente (con Forza Italia che copre il disappunto per il sorpasso della Lega inneggiando alla vittoria della coalizione di centrodestra), un modestissimo risultato per Leu, nessuna maggioranza di governo. In attesa che la parola passi al Colle, oggi a parlare saranno i big. Stando agli ultimi dati ufficiali per la Camera i 5 Stelle toccano il 32%, Salvini arriva ad un punto percentuale dai democratici (19% il Pd, 18% la Lega), Forza Italia è al 13,9% e Fdi al 4,3% (con un 36,2% che fa del centrodestra la coalizione vincente ma lontana dalla maggioranza di governo), Leu è al 3,3% e la Bonino al 2,6%, ad un passo dalla soglia dell’autonomia del 3%.

Alle 10.30, questi i risultati alla Camera, quando sono stati scrutinati i voti di 56.208 sezioni su 61.401 in tutta Italia esclusa la Valle d’Aosta (dati del ministero dell’Interno):
CENTRODESTRA - CANDIDATI UNINOMINALI 11.036.730 voti - 37,01% Lega 5.184.141 voti - 17,79%
Forza Italia 4.056.338 voti - 13,92% Fratelli d’Italia 1.269.421 voti - 4,35% Noi con l’Italia-Udc 379.937 voti - 1,30%
MOVIMENTO 5 STELLE -CANDIDATI UNINOMINALI 9.622.850 voti - 32,27% MoVimento 5 Stelle 9.357.096 voti - 32,11%
CENTROSINISTRA CANDIDATI UNINOMINALI 6.913.170 voti - 23,18% Partito Democratico 5.519.658 voti - 18,94% +Europa 757.693 voti - 2,60%
Italia Europa Insieme 171.325 voti - 0,58% Civica Popolare Lorenzin 150.725 voti - 0,51% Svp 129.759 voti - 0,44%
LIBERI E UGUALI CANDIDATI UNINOMINALI 1.027.453 voti - 3,44% Liberi e Uguali 984.462 voti - 3,37%
POTERE AL POPOLO CANDIDATI UNINOMINALI 342.202 voti - 1,14% Potere al Popolo 330.370 voti - 1,13%
CASAPOUND ITALIA CANDIDATI UNINOMINALI 280.700 voti - 0,94% Casapound Italia 271.335 voti - 0,93%
IL POPOLO DELLA FAMIGLIA CANDIDATI UNINOMINALI 200.275 voti - 0,67% Il Popolo della Famiglia 193.085 voti, 0,66%

Questi i risultati al Senato, quando sono stati scrutinati i voti di 54.522 sezioni su 61.401 in tutta Italia esclusa la Valle d’Aosta (dati del ministero dell’Interno):
CENTRODESTRA - CANDIDATI UNINOMINALI 9.948.361 voti - 37,47% Lega 4.667.339 voti - 18,10%
Forza Italia 3.702.466 voti - 14,36% Fratelli d’Italia 1.103.392 voti - 4,28% Noi con l’Italia-Udc 307.434 voti - 1,19%
MOVIMENTO 5 STELLE - CANDIDATI UNINOMINALI 8.437.710 voti - 31,78% MoVimento 5 Stelle 8.126.492 voti - 31,52%
CENTROSINISTRA CANDIDATI UNINOMINALI 6.201.471 voti - 23,36% Partito Democratico 5.001.477 voti - 19,40% +Europa 621.622 voti - 2,41%
Italia Europa Insieme 139.488 voti - 0,54% Civica Popolare Lorenzin 130.124 voti - 0,50% Svp 116.048 voti - 0,45%
LIBERI E UGUALI CANDIDATI UNINOMINALI 886.867 voti - 3,34% Liberi e Uguali 839.444 voti - 3,25%
POTERE AL POPOLO CANDIDATI UNINOMINALI 285.763 voti - 1,07% Potere al Popolo 272.596 voti - 1,05%
CASAPOUND ITALIA CANDIDATI UNINOMINALI 225.597 voti - 0,84% Casapound Italia 215.381 voti - 0,83%
IL POPOLO DELLA FAMIGLIA CANDIDATI UNINOMINALI 186.897 voti - 0,70% Il Popolo della Famiglia 177.510 voti, 0,68%

Quando ormai lo spoglio delle schede elettorali ha superato abbondantemente il 50%, il Movimento 5 Stelle si conferma il primo partito alle elezioni politiche con il 32% dei consensi, mentre il centrodestra è la prima coalizione con il 37%. La coalizione di centrosinistra, invece, fa registrare un 23%, con il Pd però che si tiene sotto la soglia del 20% sia alla Camera che al Senato.

Il M5s è quindi il primo partito e il centrodestra prima coalizione in questa tornata elettorale che consegna all’Italia la conferma delle previsioni della vigilia, comprese quelle sui timori di una prevedibile ingovernabilità. Con due corollari: un tracollo del Pd e il sorpasso della Lega su Forza Italia. I vincitori per il momento sono la Lega e il Movimento 5 Stelle, ma entrambi non hanno la maggioranza per governare. Serviranno alleanze e intese per creare una maggioranza.

«Quel che è certo è che a 43 anni Matteo Renzi è già un ex!» ha scritto su Twitter Alessandro Di Battista che parla dei numeri del Movimento Cinque Stelle: «Questa è una apoteosi - ha detto -. E quello che è certo è che tutti dovranno venire a parlare con noi. Una cosa che non è mai successa e che sarà espressione di garanzia per i cittadini».

Il Pd interviene proprio con il bergamasco Martina: «Si profila chiaramente un dato al di sotto dell’aspettativa. Le valutazioni più compiute su questa situazione e sull’esito del voto alla luce dei dati definitivi, le farà poi il segretario domani in giornata. Per il momento noi ci limitiamo a questo» commenta vicesegretario del Pd Maurizio Martina al Nazareno, affiancato dal coordinatore Lorenzo Guerini e dal presidente del partito Matteo Orfini. «Chiaramente - aggiunge - si tratta di un risultato molto chiaro nella sua negatività. Per qualsiasi altra valutazione rimandiamo alle prossime ore, alla giornata di lunedì».

Il Movimento di Luigi Di Maio trionfa al Sud, mentre il centrodestra primeggia in tutto il centronord. Il Partito Democratico tiene, si fa per dire, solo nella Toscana di Matteo Renzi e nel Trentino della ministra uscente Maria Elena Boschi. L’Italia si troverà, dunque, a fare i conti con un deciso exploit del Movimento 5 Stelle e con una netta rimonta del centrodestra che supera ampiamente la coalizione di centrosinistra.È una vittoria molto ampia per entrambi. Luigi Di Maio porta il Movimento, che nel 2013 aveva raccolto il 25,6% dei consensi, fin dove si era prefisso e anche oltre.

Il suo obiettivo era raggiungere il traguardo del 30% e non solo l’ha centrato ma lo ha anche superato. Complesso per il leader politico pentastellato trasformare ora questo suffragio in un progetto che lo porti a palazzo Chigi. Anche se questa sarà la sua richiesta al Capo dello Stato: con un pacchetto di voti che supera il 31% dirà che intende guidare lui quella che sarà la futura squadra di governo.

Anche l’alleanza di centrodestra ha fatto centro. La coalizione supera ampiamente il 37%. E a cantare vittoria è Matteo Salvini. La sua Lega ha quadruplicato i voti dal 2013. E, soprattutto, ha superato ampiamente Silvio Berlusconi. Anche Fratelli d’Italia cresce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA