Giovedì 19 Dicembre 2013

Un terribile odore di gas a Treviolo

Non è metano: «Cosa respiriamo?»

Il municipio di Treviolo

Il problema pare ripresentarsi ciclicamente. Da Treviolo arriva un appello di una lettrice. Anche mercoledì l’aria del paese è diventata irrespirabile a causa di una fortissima puzza di gas. I controlli hanno escluso che si tratti di metano. Ma allora - si domanda la lettrice - cosa respiriamo?

La lettera di Barbara

«Buongiorno Redazione.

Con la presente vorrei segnalare un problema che assilla ormai da almeno due/tre anni Treviolo e che spero altri concittadini abbiano provveduto a segnalarVi nella speranza che possa essere di vostro interesse.

Capita, in alcuni periodi, di percepire per tutto il paese (e dintorni) una fortissima puzza di GAS che dura per circa un paio d’ore, oserei dire stomachevole, che provoca alla sottoscritta nausea e mal di testa.

Seppur all’esterno, l’odore riesce a filtrare nelle abitazioni ASFISSIANDOLE e RISTAGNANDO per ore e ore. Ovviamente risulta impossibile aprire le finestre per cambiare aria se non quando il fenomeno è passato. Ma, data la stagione, nemmeno più di tanto.

Segnalato più e più volte il problema al Comune, ai Vigili del Fuoco e alla Società del Gas (entrambi contattati da me e da altre persone anche ieri sera, usciti per gli accertamenti, escludono che il problema sia dovuto al metano) , nessuno sembra in grado di capire a cosa ciò sia dovuto.

Anche l’ARPA è allertata. Le voci sono tante: in passato si attribuiva la colpa alla BAS, qualcuno parla ora dell’ uso di FERTILIZZANTI (l’area è ancora in parte agricola); TOSSICI? LECITI? Ai posteri l’ardua sentenza………….

Per il momento continuiamo a respirare……………COSA??????

Ringrazio sentitamente per l’attenzione e resto a disposizione per ogni necessità».

Barbara

© riproduzione riservata