Martedì 27 Aprile 2010

Unione inquilini sul piede di guerra
«Illegittimi gli aumenti dell'Aler»

Si sono riacutizzate le tensioni tra l'Unione Inquilini e l'Aler di Bergamo relative alla sottoscrizione dei nuovi contratti che prevedono la separazione tra il contratto d'affitto per l'alloggio e quello dei box. L'Unione Inquilini ha infatti deciso di impugnare gli aumenti degli affitti decisi dall'Aler di Bergamo.

«L'Aler di Bergamo - si legge in un comunicato stampa - ha avviato le procedure per la sottoscrizione dei nuovi contratti di affitto appartamento e per box come previsto dalla Legge regionale 27/2007 e, a partire dal 2009, ha iniziato ad applicare le norme contrattuali. Sono interessati oltre 2600 assegnatari. L'Unione Inquilini - prosegue il comunicato - considera illegittima la modalità di applicazione della legge regionale e sostiene pertanto la decisione di alcuni inquilini di rivolgersi alla autorità giudiziaria per difendere i propri diritti».

In una conferenza stampa in programma martedì alle 15.30 nella sede provinciale dell'Unione inquilini in via Muzio 6 sarà illustrata l causa legale.

Nell'ottobre del 2008, sulle stessa vicenda, Aler e Unione Inquilini erano già finiti ai ferri corti. La legittimità di separare i contratti e di pretendere il nuovo affitto per i box è tutta da dimostrare - sosteneva l'Unione Inquilini - e in assenza di una contrattazione tra le parti, gli assegnatari non hanno alcun obbligo di sottoscrizione dei contratti di affitto dei box.

a.ceresoli

© riproduzione riservata