Venerdì 21 Luglio 2006

Uno sportello di ascolto per i non vedenti

La sezione di Bergamo dell’Unione italiana ciechi, grazie alla collaborazione con l’Asl e il Centro di rieducazione visiva degli Ospedali Riuniti ha realizzato uno sportello di ascolto per far sentire meno sole le persone non vedenti, soprattutto quelle che hanno perduto o subito gravi danni alla vista in età adulta, a causa di malattie o incidenti. Ogni giovedì, dalle 15 alle 18 nella sede dell’Unione italiana ciechi in via Diaz a Bergamo, due operatrici saranno a disposizione per ascoltare tutti coloro che ne hanno bisogno. Appositi corsi, organizzati con il supporto del Consiglio regionale lombardo dell’Unione italiana ciechi, permetteranno di qualificare il personale a disposizione dei non vedenti. Nel caso poi della necessità di interventi professionali specifici - come ad esempio l’assistenza psicologica - lo sportello indirizzerà alle strutture adeguate.(21/07/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata